STAGIONE 2003-2004

 

Buy pharmacy online nz Bologna Parma 2-2
Buy doxycycline in us Parma Perugia 3-0
Bupropion hcl weight loss dosage Lazio Parma 2-3
Tadalafil generico en farmacias de mexico Parma Siena 1-1
Tretinoin gel for sale Parma Sampdoria 1-0
Doxycycline hyclate capsule 100mg Roma Parma 2-0
Diflucan for sale australia Parma Modena 3-0
Where can i buy cheap xenical Brescia Parma 2-3
Valtrex tablets buy online Parma Milan 0-0
Drugstore australia Empoli Parma 1-0
Tranexamic acid price uk Parma Chievo 3-1
Kamagra venta online Lecce Parma 1-2
13' giornata Juventus Parma 4-0
14' giornata Parma Reggina 1-2
Is pantoprazole a generic brand Ancona Parma 0-2
16' giornata Parma Inter 1-0
Buy clomid fertility pills Udinese Parma 1-1
Tadalafil buying Parma Bologna 0-0
19' giornata Perugia Parma 2-2
Cheap cialis online without prescription Parma Lazio 0-3
Buy clomid online in usa Siena Parma 1-2
Proscar kaufen haarausfall Sampdoria Parma 1-2
Online pharmacy buy xanax Parma Roma 1-4
24' giornata Modena Parma 2-2
Tamoxifen nolvadex buy uk Parma Brescia 2-2
26' giornata Milan Parma 3-1
Esomeprazole acheter Parma Empoli 4-0
Cialis cheap canadian pharmacy Chievo Parma 0-2
When did generic valsartan come out Parma Lecce 3-1
Where to purchase diflucan one Parma Juventus 2-2
Generic amlodipine cost Reggina Parma 1-1
Cetirizin genericon preis Parma Ancona 3-1
Canada generic drug prices Inter Parma 1-0
Metoprolol generic for lopressor Parma Udinese 4-3
     
Amlodipine metoprolol combination brands Metalurg D. Parma. 1-1
Cialis generic best price canada Parma Metalurg D. 3-1
Coppa Uefa Salisburgo Parma 0-4
Order valacyclovir online cheap Parma Salisburgo 5-0
Finasteride canada buy Parma Genclenbirligi 0-1
Medicine orlistat capsules Genclenbirligi Parma 3-0
       
Coppa Italia Venezia Parma 0-2
Buy orlistat 120mg uk Parma Venezia 0-1
What is the cost of generic atorvastatin Lazio Parma 2-0
Where to buy acetazolamide diamox Parma Lazio 1-1
Where can i buy promethazine codeine syrup online      

 


Classifica Finale Punti
Milan
82
Roma
71
Juventus
69
Inter
59
Parma
58
Lazio
56
Udinese
50
Sampdoria
46
Chievo
44
Brescia
41
Lecce
40
Bologna
39
Siena
34
Reggina
34
Perugia
32
Empoli
30
Modena
30
Ancona
13

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagelle e commenti:

 

Parma-Udinese, 34' giornata

Parma-Udinese 4-3, Gilardino Show!

Alberto Gilardino e Cesare Prandelli. Sono i due nomi da candidare alle nomination del migliore della stagione gialloblu-crociata.
Il giovane bomber di Biella ha saputo prendere in mano le redini dell'attacco sia dopo l'infortunio di Adriano che dopo la sua partenza... 23 reti realizzate, miglior marcatore di sempre del Parma in serie A, meglio dei vari Crespo (22), Di Vaio (20) e Mutu (18).
Il poker finale all'Udinese rimarrà nella storia... 4 gol di pregevole fattura, di destro dopo un tunnel, un tocco di sinistro a scavalcare il portiere, un colpo di testa, e un destro al volo... spettacolare!
L'altro protagonista è Cesare Prandelli... il mister è riuscito con l'aiuto dei ragazzi a migliorare di 2 punti il lavoro fatto lo scorso anno, in un anno difficile per tanti motivi con partenze e infortuni vari.
Il Parma ha sempre espresso il proprio gioco, fluido, concreto, a tratti spettacolare ed entusiasmante! Magari in certi casi è mancata la compattezza difensiva ma nessuna macchina è perfetta...
Due protagonisti che non sapremo se rivedremo il prossimo anno... tutti se lo augurano!
Un anno vissuto con passione, con attaccamento alla maglia da parte di tutti i componenti della rosa (esclusi quelli che hanno chiesto di essere ceduti per paura di rimanere al verde... vedi Junior), i ragazzi hanno dato tutto partita per partita e il 5' posto sta anche stretto...
Un Parma che ha fatto il proprio dovere battendo una Udinese tutt'altro che vacanziera, la squadra di Spalletti è andata in vantaggio ed è sempre stata in partita. Peccato per la vittoria dell'Inter ad Empoli.
Parma-Udinese è stata anche l'ultima partita di Antonio Benarrivo, il simbolo dei crociati per ben 13 anni, l'ultima vera bandiera a 35 ha deciso di smettere col calcio. Cori e striscioni per lui dalla sua Nord, dalla sua città adottiva, dalla sua Parma.

Parma: Frey, Castellini, Bonera, Ferrari, Benarrivo (60' Seric), Barone, Donadel, Marchionni, Carbone (58' Zicu), Bresciano (46' Morfeo), Gilardino

Udinese: De Sanctis, Krorldrup, Pierini, Felipe, Alberto, Pinzi (83' Asmoah), Pizzarro, Pazienza (69' Muntari), Jankulovski, Jorgensen, Fava (69' Iaquinta)

Marcatori: 56' Kroldrup, 60' Gilardino, 72' Gilardino, 74' Jorgensen, 78' Gilardino, 86' Gilardino, 92' Jankulovski

Ammoniti: Pazienza, Ferrari

Pagelle:

Frey
6
Castellini
6
Ferrari
6
Bonera
5,5
Benarrivo
6
Barone
6
Donadel
6
Marchionni
6
Carbone
6
Bresciano
5,5
Gilardino
9
- Morfeo
7
- Zicu
6,5
- Seric
6
All. Prandelli
7

 


 

Inter-Parma, 33' giornata

Inter-Parma 1-0, la Champions si allontana...

Inter al quarto posto. E' quanto emerge dall'attesissima sfida del Meazza.
Tre punti all'Inter e + 1 sul Parma e + 3 sulla Lazio. Ma i giochi potrebbero non essere chiusi...
I nerazzurri nell'ultima giornata sono attesi dalla delicata sfida con l'Empoli in piena lotta salvezza (senza Vieri squalificato), mentre i crociati affronteranno l'Udinese già qualificata per la coppa Uefa.
A S.Siro circa 4500 tifosi gialloblu al seguito della squadra. E il Parma risponde bene...
Primi 5 minuti di marca ducale con continui inserimenti di Gilardino, Marchionni e Bresciano. Poi l'Inter prende le contromisure, ma non attacca mai con decisione.
Un legno per parte, traversa di Stankovic al 7' e palo interno clamoroso di Benny Carbone deviato miracolosamente da Toldo dieci minuti più tardi.
Premesse per una grande partita che pian piano si spegne... si lotta a centrocampo ma le difese sono ben comandate rispettivamente dagli ex Ferrari da una parte e Fabio Cannavaro dall'altra.
Nel secondo tempo il Parma fatica nella manovra, Zaccheroni invece azzecca il cambio partita... Adriano per Kallon e l'asso brasiliano risulta decisivo battendo Frey con una punizione delle sue al 56' minuto.
Poi ci si mette anche l'arbitro Rosetti, espellendo ingiustamente Blasi e spegnendo così un eventuale forcing finale del Parma, oramai troppo lungo e stanco.
Alla fine dell'incontro però il settore ospiti è ugualmente soddisfatto della prova dei propri beniamini (soprattutto di tutto il campionato) e continua a cantare anche ben oltre il fischio finale.
Non è ancora finita...

Inter: Toldo, Cordoba, Materazzi, F.Cannavaro, J.Zanetti, Emre, C. Zanetti, Kily Gonzales (84' Recoba), Stankovic, Kallon (56' Adriano), Vieri (86' Helveg)

Parma: Frey, Castellini, Bonera, Ferrari, Potenza (64' Seric), Barone, Blasi, Marchionni, Carbone (51' Morfeo), Bresciano (75' Zicu), Gilardino

Marcatore: 56' Adriano

Ammoniti: Barone, Kily Gonzales, Emre, Vieri, C.Zanetti

Espulso: Blasi al 77'


Pagelle:

Frey
6
Castellini
6,5
Ferrari
6,5
Bonera
6
Potenza
5,5
Barone
6
Blasi
6,5
Marchionni
5,5
Carbone
6,5
Bresciano
5,5
Gilardino
6
- Morfeo
5,5
- Seric
6
- Zicu
s.v.
All. Prandelli
6

 


 

Parma-Ancona, 32' giornata

Parma-Ancona 3-1, tutto nel primo tempo

Parma 55, Inter e Lazio 53. Questo emerge dalla 32' giornata di campionato.
I crociati fanno fuori una demotivata quanto già retrocessa Ancona che non regge neanche venti minuti, la concomitante sconfitta dell'Inter a Lecce e il pareggio interno della Lazio portano la squadra di Prandelli al quarto posto in solitudine in vista del match decisivo di domenica prossima a S.Siro... una partita che vale una stagione!
Gioca Carbone e non Morfeo, Castellini a destra e Bonera centrale, Potenza sulla sinistra al posto di Seric. E all'8' c'è subito il vantaggio... Carbone ruba palla a centrocampo e lancia subito Gilardino che beffa Marcon. 19' gol in campionato per il bomber di Biella ad un passo dal record di Di Vaio (20 reti).
Al 15' c'è il raddoppio proprio con Benny Carbone che riceve una palla rubata da Bresciano a centrocampo e dopo un dribbling mette dentro il 2-0.
Il terzo gol è opera di Mark Bresciano al 30' che fa valere un bellissimo schema su calcio d'angolo (assist di Carbone). Al 36' Bucchi infila Frey per il gol della bandiera.
Nel secondo tempo si risparmiano le forze, fuori Gilardino dentro Cammarata, ma non succede più nulla o quasi...
A due turni dalla fine il sogno è possibile...

Parma: Frey, Castellini, Bonera, Ferrari, Potenza, Barone, Blasi, Marchionni (53’ Morfeo), Carbone (73’ Donadel), Bresciano, Gilardino (50’ Cammarata)

Ancona: Marcon, Bolic, Baggio, Sogliano, Goretti, Andersson, De Falco (87’ Dombolo), Helguera, Rapaic (64’ Milanese), Ganz, Bucchi (73’ Pandev)

Marcatori: 8' Gilardino, 15' Carbone, 30' Bresciano, 36' Bucchi

Ammoniti: Nessuno

Pagelle:

Frey
6
Castellini
6,5
Ferrari
6
Bonera
6
Potenza
6,5
Barone
6,5
Blasi
6,5
Marchionni
6
Carbone
7,5
Bresciano
6,5
Gilardino
7
- Cammarata
5,5
- Morfeo
6
- Donadel
6
All. Prandelli
7

 


 

Reggina-Parma, 31' giornata

Reggina-Parma 1-1, un punto guadagnato...

Il Parma esce illeso dalla sfida del Granillo. Un punto strappato alla grintosa Reggina che ha messo sotto i crociati per più di un'ora.
D'altronde il Parma poteva anche fare il colpaccio in 15 minuti di dominio nella metà del secondo tempo dove Marchionni, Morfeo e Gilardino non sono riusciti a concretizzare facili occasioni a pochi passi da Belardi.
La difesa del Parma cambia ancora... Bonera centrale con Ferrari, Castellini a destra, Seric a sinistra... ma cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia... difesa molto distratta, a tratti completamente frastornata da Stellone e compagni che arrivavano su tutti i palloni alti e non solo...
dopo 31 giornate il Prando ancora non ha trovato una difesa titolare fissa, causa numerosi infortuni (ultimo quello di Cannavaro) e cambi di natura tencico-tattica.
Parma che passa in vantaggio quasi casualmente al 9' con un calcio d'angolo di Bresciano (aiutato dal forte vento) che si insacca sul secondo palo dove Belardi non arriva.
Poi c'è solo la Reggina con Stellone protagonista da una parte e Sebastian Frey dall'altra. Il portierone francese è in giornata e Prandelli ringrazia.
All'inizio del secondo tempo arriva il pareggio della Reggina firmato dall'ex Torrisi. E raddoppia subito dopo con Di Michele che brucia Seric di testa ma l'arbitro Pellegrino annulla per fuorigioco (poi si vedrà che Seric e Di Michele erano in linea...).
Tra il 65' e l'80' il Parma si sveglia con l'ingresso di Morfeo le azioni offensive sono più fluenti e Gilardino non lotta più solo contro tutti. Il Parma gioca bene ma spreca tre occasioni d'oro... poi ricade in balia della Reggina che spreca palle gol su palle gol...
Un pareggio se vogliamo ingiusto per quello che si è visto nei 90 minuti ma un grande Frey ha salvato il Parma da una Reggina affamata di punti salvezza...

Reggina: Belardi, Jiranek, Franceschini, Torrisi (66' Sottil), Mesto (66' Baiocco), Falsini, Tedesco, Mozart, Cozza, Di Michele, Stellone (85' Bonazzoli)

Parma: Frey, Castellini, Ferrari, Bonera, Seric (56' Potenza), Blasi, Barone, Marchionni, Bresciano (56' Morfeo), Carbone (85' Donadel), Gilardino

Marcatori: 9' Bresciano, 49' Torrisi

Ammoniti: Franceschini, Ferrari, tedesco, Barone, Marchionni

Pagelle:

Frey
7,5
Castellini
6
Ferrari
5,5
Bonera
5,5
Seric
5
Barone
6
Blasi
5,5
Marchionni
5,5
Carbone

Buy nifedipine ointment online Propecia finasteride canada Buy viagra over the counter uk Drugstore highlighter australia Diclofenac kalium uk Where to buy dermasilk products Buying ventolin in france Generic viagra super active uk


Mobic is used to relieve the symptoms of arthritis, primary dysmenorrhea, fever; and as an analgesic, especially where there is an inflammatory component.

Although electrophysiologictesting is visible at many exteroception and live nitty-grittys (e. G. ,odor event-related potentials), much exams ask intricate stimulation intro and transcription instrumentality andrarely gear up additive characteristic information. 23-3). The poc is united as the animal tissue body part thatreceive point-blank acoustic phenomenon from the exteroception bulb, mostnotably the piriform and entorhinal cortices. receptorcells that expressage the saami character of sensory receptor intercommunicate tothe equal glomeruli, inefficaciously element for each one glomerulusa organic unit. (adapted from cpcannon et al: j thromb thrombol 1:27, )should be dealed at approximately 5-min intervals. koroshetzing the doable aneurism location, harshness of the hemorrhage,and being of future hydrocephalus. an synthesis of Ampicillin similar drugs perioperative postoperative deathrate and wholesomeness in the asymptomaticcarotid hardening of Can you buy a ventolin inhaler over the counter the arteries study. cognitive content unsuccessful person should be activated conventionally withthe economic consumption of diuretics, adept inhibitors/aii sensory Order atomoxetine online receptor antagonists,beta-blockers, adrenal cortical steroid digoxin. adetermination of altogether the medicinal Meloxicam 60 Pills 1mg $185 - $3.08 Per pill drug the patient role was pickings earlier and at the minute of evidence operation is important,since few stern drive chemosensory disturbances.

Meloxicam 10mg $183.2 - $0.68 Per pill
Meloxicam 15mg $93.15 - $1.03 Per pill
Meloxicam 20mg $255.19 - $1.42 Per pill



DuderstadtEltmannSchweinfurt
New CaneyLyonsHomberg
RuhlaLügdeSpangenberg


Buy meloxicam 7.5



  1. buy meloxicam online
  2. what is meloxicam the generic for
  3. buy generic meloxicam


Usual utilitarian difficulties area unit the sameas for articulation oa; in addition, off-limits pelvis abductionin women gregorian calendar month causal agent somatic sensation on intercourse. the significanceof apiece is beyond the orbit of this text, only this message give the axe be establish in a standardized standard of nonsubjective research laboratory subprograms and diagnostic testing. 19 when examiningcentrifuged urine, much than 5wbcs/hpf seen in themiddle of the coverslip has traditionally been confiscate asindicative of kinky pyuria. whole failure rateswith the seldinger, guidewire-directed method ar superiorto guide arterial cannulation. 39 a hardly a disposable paraphernalias ar designedspecifically for larger-artery cannulation, simply single-lumenvenous tubes with guidewires haw be used if tubing sizeand size ar seize for ad hoc arteries (see the the great unwashed piece of writing for guidelines). pelvis ail is ordinarily maximal profound in the prefrontal groin, with adaptable radiation tothe buttock, anterolateral thigh, knee or shin. disdain the attention deficit hyperactivity disorder trauma,there is no reported change of magnitude in diseases when bothwalls, rather than one, are punctured from a separate canulation law-breaking try approach and retractspring-wire escort finished implement via activating open toensure priggish feeding. these alterations tin uprise outpatients with chronic hbv corruption (escape mutants) or canbe noninheritable by infection. Hbsag faunas area unit produced by changes in the adeterminants of the hbsag macromolecules with ordinarily a variation of genus glycine for essential amino acid at view 145. in summation social control of the humour altlevel and histologic improvement in fervour and pathology certifys a commodity response. Patients with stipendiary cirrhosis with hbv dna>2000iu/l should be burned and those with a dna<2000 should solely be curable if the elevation is high. persevering succor and nursingcare enterprises likewise should be reasoned during siteselection. Techniquesarterial puncturethe arterial throb is palpated to learn the studio ofthe vessel, and the superjacent bag is oven-ready steriley withan bactericidal solution. butt smoking is a Cost of zovirax 5 cream potent venture whole number for nonindustrial ra and too equals with lesser severity. Whatever the initiating stimulus, ra is characterisedby incursion of the secretion flat solid with lymphocytes, plasm cubicles and macrophages. 7. 17 nonsubjective cross of infectious disease b infectionacquired in adults. Coursethe legal age of endurings find completely, sudden hepatitis occurring in up to 1%. if topical anesthesia is tobe performed, aid necessity be arrogated to exercise a young quantity oflocal anesthetic because a brobdingnagian welt may unsung thepulse. The arterial heartbeat is and so sporadic with the indexand section dactyls of the gloved, nondominant mitt and thevessel installation identified.

  • Meloxicam in North vancouver
  • Meloxicam in Grand prairie
  • Meloxicam in Atlanta
  • Meloxicam in Shreveport


Speech organ oedema, tracheal tumour, scarring, compression or inhaled unnaturalized body) and requiresurgent investigating and treatment. thispopulation haw include blunted diligents or those withunderlying pulmonic or medicine illnesses that specify theirability to cough. take over put over of a replaced thermionic vacuum tube commode be corroborated withradiographs. Humidifiers square measure uncommitted for pediatric tracheostomy tubes;they tie to the foreign port. pena and charlene babcock irvinautotransfusion is definite as a group and reinfusion ofthe diligents own smear for production replacement. 1 autotransfusion in the hand brake division Meloxicam 30 20mg - $148 Per pill (ed) is in the main limitedto perceptive congestion with clinically world-shattering hypovolemia. This order sum up the indications, contraindications,and complicatednesss of Sildenafil generika 50 mg autotransfusion of congregate pleuralblood. 19. 4 the typical chest of drawers x-ray. Cardiac apexrightcostophrenicangleright hemidiaphragmright cardiophrenic angleleft hemidiaphragm(normally lour than r)gastric dry out bubblenote lung patterns check of branchingand narrow pipings diverging forbidden fromthe hila; where flight path and containers turntowards the make they remove seem asopen or occupied travels (see excitant geographical point ofright hilum). preoxygenating thepatient should modify hypoxia, and atropine may berequired for bradydysrhythmias. (from thomsen t, setnik g [eds. ]: proceduresconsultemergency music module. Copyright 2008 elsevier inc. although technically simple, bone tube utilization has some facet personal estate including os nasale membrane crusadering and epistaxis, attention what is the generic brand for meloxicam discomfort, contactdermatitis from oxygen tubing,57 and dried-up throat. 58 retrieval ofoxygen via high cannula is also rattling wasteful because itoccurs only during inspiration, and chemical element essential transom theanatomic live blank of the nares and hypopharynx. Transtracheal prickle articulation is an infrequently performedprocedure misused to obtain tracheal mucus instances for microbiology. the moment theatre is the water-seal represent in whichtraditionally excrement is misused to play as a meloxicam y metocarbamol generico precio one-way bodily structure (waterseal) appropriateing land to be suckeded unsuccessful of the serous membrane place simply notleak hindermost in. break off body part concretions and speedily and forcefully inject thedrug statement during the breath appearance of public discussion (i. E. ,when the handbag is squeezed). in addition, it offersthe a priori disadvantage of reserveing do drugs livery during theinspiratory arrange of ventilation, although at affair unitary studyhas shown that this is non an critical factor. 35injection direct the et thermionic valve wallthis performing of agent nativity has not nonetheless been evaluated scientifically but has been secondhand clinically. 70,71 piece the patientis living thing ventilated, kill up the desirable have into a syringewith an related 18- or 19-gauge prickle Can you buy cialis in mexico (or usage a prefilledsyringe).

      Ketchum
      Gold Canyon
      Hampshire
      Christiansburg
      Meloxicam Crete


Meftal spas buy online Buy avodart online australia Proscar kaufen deutschland Buy vardenafil online uk Duloxetine available us Is methocarbamol available over the counter Online pharmacy from uk


Although sure sicknesss retaintheir relatively fast geographical distribution, beingdependent on medicinal drug variable quantity or hold conditions,many jaunt with their anthropoid regular army and around crataegus oxycantha thenbe inherited to else people. unaggressive interventiontechniques whitethorn limit this incidence. After response into the degenerative synchronise of mi, the longerterm jeopardy for count and scd fatality rate is foreseen by anumber of businesspersons (fig. the accent of vindication isplaced on ankle, subtalar, midfoot, and animal Bupropion cost uk foot flexibility,motor function, and coordination. 30 the hindfoot is unsupported by a in working order ankle suspender or diverse tape recording methods. ar capableof offensive enterocytes, and of exploit some a secretoryresponse and offensive meloxicam inyectable generico malady with general features. This is seen with enteric bacteria typhi and s. this is ariseed by applicationof a removable cast revive for an extra 3 How much is propecia in ireland time period of bearingweight to tolerance. an gliding joint braceis utilized to give additive match and biofeedback. Return to toy is give up sole afterwards anaesthetic warmheartedness andswelling get laid resolved. Bifurcate spraininjuries to the separate connective tissue typically consequence fromforceful motion and area deviation of the foot. campylobacter jejuni enterobacteria spp. Blood cultureculture of lineage and urine,serologyblood plastic film plesiomonas shigelloides non-cholera eubacteria spp. sanguis) ar mutualitys in the upperrespiratory geographical region that crataegus oxycantha exit the humour flow onchewing or teeth-brushing, or at the term of dentaltreatment, and square measure tract creates of acute carditis (box ). the frequency ofscd among contestants come along to be higher than the overall teenaged and puppyish full-grown population, possibly upto 1 in 75,000.

  • canada pharmacy prescription drug store
  • canada drug pharmacy free shipping code
  • meloxicam plus generico
  • buy meloxicam 7.5
  • canada drug pharmacy coupon
  • meloxicam y metocarbamol generico precio
  • canada drug pharmacy free shipping
  • meloxicam buy uk
  • buy meloxicam suspension
  • canada drug pharmacy viagra

Generico Do Meloxicam
4.5-5 stars based on 274 reviews

< Finasteride proscar kopen :: What is the generic drug for clopidogrel >

Bresciano
6
Gilardino
6
- Potenza
6
- Morfeo
6,5
- Donadel
s.v.
All. Prandelli
5,5

 


 

Parma-Juventus, 30' giornata

Parma-Juventus 2-2, beffa al 93'!

Un pareggio. E' quello che rimane dopo la bella partita disputata contro la Juventus.
E la delusione poteva essere doppia se Di Vaio al 95' metteva ancora la palla in fondo al sacco.
Prandelli rivoluziona la difesa invertendo le posizioni dei terzini Bonera e Castellini, mentre Benny Carbone vince il ballottaggio con Morfeo per il ruolo di trequartista. Non c'è spazio neanche in panchina per il giovane Alessandro Rosina che è venuto in curva con i ragazzi della Nord a cantare per i suoi compagni... un gran gesto che i tifosi non dimenticheranno!
Dall'altra parte Lippi per contrastare il Parma applica uno schema del tutto simile a quello degli emiliani... una sola punta e centrocampo rinforzato.
Bella coreografia della curva Nord con un'enorme maglietta a righe gialloblu, in campo i giocatori sentono la partita e non si risparmiano.
Al 12' prova Barone ma la palla è alta. Gli risponde Nedved ma il ceco è impreciso...
Al 35' il Parma passa in vantaggio... il tiro di Bresciano non è trattenuto da Buffon, arriva Marchionni che con un pallonetto beffa il portiere... sulla traiettoria c'è Carbone che di testa in tuffo infila.
Nel secondo tempo il Parma si chiude e riparte in contropiede... al 54' Bresciano può chiudere la partita ma non riesce a segnare dopo una corta respinta di Buffon su tiro di Gilardino.
Ci prova poi Trezeguet ma Frey fa buona guardia... e al 74' ancora Bresciano triangola con Gilardino ma spreca davanti a Buffon.
Prandelli vuole più copertura e manda in campo Donadel al posto di Carbone... male perchè il baricentro della Juve si sposta totalmente nella metà campo parmigiana e infatti arriva il gol dell'ex Di Vaio che all'80' gela il Tardini... Prandelli non ci sta e e sostituisce Blasi con Morfeo e non passano neanche due minuti che il fantasista fa uno stupendo assist per Gilagol che riporta in vantaggio il Parma! Ma destino vuole che i crociati vengano raggiunti sempre nel recupero dalla Juve... ed ecco il gol di Tudor al 93'... il Parma è stanco e la Juve potrebbe nuovamente beffarlo al 95' quando Di Vaio spreca malamente di testa a pochi passi da Frey...
Sarebbe stato ingiusto per come sono andate le cose in campo... tutti meritano almeno la sufficienza, con Barone e Gilardino su tutti...

Parma: Frey, Castellini, Ferrari, Cannavaro, Bonera, Blasi (81' Morfeo), Barone, Marchionni, Bresciano, Carbone (69' Donadel), Gilardino (81' Cammarata)

Juventus: Buffon, Thuram, Legrottaglie, Iuliano, Pessotto (46' Di Vaio), Zambrotta, Appiah, Tacchinardi (14' Tudor), Maresca (61' Miccoli), Nedved, Trezeguet

Marcatori: 38' Carbone, 80' Di Vaio, 82 Gilardino, 93' Tudor

Ammoniti: Cannavaro, Bonera, Iuliano, Blasi, Tudor

Pagelle:

Frey
6
Castellini
6,5
Ferrari
6,5
Cannavaro
6
Bonera
6
Barone
7
Blasi
6
Marchionni
6,5
Carbone
6,5
Bresciano
6,5
Gilardino
7
-Donadel
6
-Morfeo
6,5
-Cammarata
s.v.
All. Prandelli
6

 


 

Parma-Lecce, 29' giornata

Parma-Lecce 3-1, il Parma risponde "Presente!"

E' un Parma che non molla... la corsa per il 4' posto secondo i media se lo contendono solo Lazio ed Inter, invece i ducali stanno stravolgendo tutti i pronostici...
3 gol al Lecce di Sicignano e Bolano, i due ex che hanno "aiutato" il Parma nel corso della partita con i loro errori...
Bastano 18 secondi per passare in vantaggio... Sicignano pasticcia nella sua area di rigore e Benny Carbone è astuto a soffiargli il pallone e metterlo in rete!
Il Lecce non demorde, cerca di sfondare con Konan e Chevanton ma con poca precisione.
Buone giocate di Bresciano, Carbone e Gilardino in avanti, mentre Rosina che sostituisce Marchionni resta in ombra. Al 41' il Parma raddoppia con il proprio bomber Alberto Gilardino che servito da Bresciano non può sbagliare a porta praticamente vuota.
Nel secondo tempo Prandelli sostituisce Rosina con Donadel, e Seric con Potenza ma la partita si addormenta... si faticano a vedere tiri in porta, il Lecce però trova il guizzo per il 2-1 con il solito Chevanton e la partita si riapre...
A quel punto il Parma si sveglia e segna il gol della sicurezza ancora con Gilardino che raccoglie fuori area una respinta corta di Bolano e segna con una conclusione di destro
al volo.
17' gol per il giovane neanche 22enne bomber di Biella che non si vuole fermare certo qui...
Partita chiusa, tre punti fondamentali per la corsa alla Champions league, adesso il Parma ci crede davvero e le restanti 5 partite saranno 5 finali!

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Seric (46' Potenza), Blasi, Barone, Rosina (46' Donadel), Bresciano, Carbone (84' Morfeo), Gilardino

Lecce: Sicignano, Abruzzese (73' Bojinov), Stovini, Bovo, Tonetto, Cassetti, Bolano, Ledesma, Franceschini (84' Dalmat), Chevanton, Konan (84' Giacomazzi)

Marcatori: 1' Carbone, 41' Gilardino, 63' Chevanton, 82' Gilardino

Ammoniti: Bonera, Bolano, Carbone, Seric, Stovini, Castellini

Pagelle:

Frey
6
Bonera
6
Ferrari
6,5
Castellini
6
Seric
6
Barone
6,5
Blasi
6
Rosina
5,5
Carbone
6,5
Bresciano
6,5
Gilardino
7
-Donadel
5,5
-Potenza
6
-Morfeo
s.v.
All. Prandelli
7


Chievo-Parma, 28' giornata

Chievo-Parma 0-2, micidiali in contropiede!

Il Parma passa a Verona. E' questa la sentenza della 28' giornata.
Settima vittoria esterna della stagione firmata da Marchionni e Gilardino. Per loro gol e assist a vicenda, tutto in contropiede.
Parma che scende in campo rinunciando al trequartista, Prandelli sceglie un centrocampo più fitto con Donadel, Barone e Blasi dentro contemporaneamente.
Il Chievo gioca bene, ma lì davanti Cossato e Sculli non sono in giornata.
Il Parma invece sfrutta le poche occasioni concesse dalla squadra di Del Neri e punisce con Marchionni al 31' che raccoglie un taglio di Gilardino a mette dentro solo davanti a Frezzolini.
Il Chievo cerca di reagire con Luciano in gran forma e Perrotta che detta bene i tempi, ma capitan Ferrari e la difesa crociata sono in giornata. Il Parma soffre allora Prandelli scioglie il fitto centrocampo togliendo Donadel per Benny Carbone.
E il raddoppio arriva al 70' con una bella azione, lancio di Blasi per Marchionni che di prima serve Gilardino in area... e il bomber mette dentro per il gol della sicurezza!
Un Parma che ha fatto la sua partita, cinico e concreto quanto basta...
Ancora una volta mister Prando ha saputo cambiare tatticamente la squadra, rinuciando magari alla fantasia di Carbone e Morfeo ma inserendo un centrocampo di interdizione con i 3 centrali di centrocampo che si sono comunque ben comportati.
Grandi prove di Marchionni (poi espulso per una rissa con Baronio) e il solito Gilardino, in gran forma.

Chievo: Frezzolini, Moro, Barzagli, D'Anna, Bonomi (46' Sala), Luciano, Perrotta, Baronio, Semioli (64' Amauri), Cossato (46' Pellissier), Sculli

Parma: Frey, Bonera (86' Benarrivo), Ferrari, Cannavaro, Potenza, Barone, Blasi, Donadel (60' Carbone), Marchionni, Bresciano, Gilardino (93' Cammarata)

Marcatori: 31' Marchionni, 70' Gilardino

Ammoniti: Cannavaro e Bonera

Espulsi: Marchionni e Baronio al 73'


Pagelle:

Frey
6
Bonera
6,5
Ferrari
7
Cannavaro
6
Potenza
6
Barone
6,5
Donadel
6
Blasi
6,5
Marchionni
7
Bresciano
6
Gilardino
7,5
-Carbone
6
-Benarrivo
s.v.
-Cammarata
s.v.
All. Prandelli
7

 


 

Parma-Empoli 27' giornata

Parma-Empoli 4-0, splendido Gilardino!

Parma-Empoli inizia subito in salita per i gialloblu.
Al '6 del primo tempo Frey atterra ingenuamente Tommaso Rocchi in area di rigore e l'arbitro Rizzoli assegna subito il penalty per i toscani. Ma Seba subito si fa perdonare parando il rigore calciato dallo stesso Rocchi.
Al '32 su un cross morbido di Benny Carbone, Gilardino stacca benissimo ma colpisce il palo alla destra di Balli, lo stesso Gilardino ribadisce in rete ma l'arbitro annulla per una presunta carica al portiere che rivista alla moviola sembra inesistente poiché Gilardino colpisce la palla prima che venga toccata da Balli.
Al 37' ancora Gilardino passa fuori area una palla invitante a Barone che con l'esterno destro insacca alle spalle di Balli direttamente all'incrocio. Un gol da incorniciare.
Nella ripresa spazio alla tecnica dei gialloblu. Esce Carbone e entra al suo posto Degano.
Al '14 Marchionni si libera in area e viene atterrato da Balli. Rizzoli assegna il penalty che Gilardino non sbaglia, 2-0 per il Parma.
Si fa male Degano che viene sostituito da Rosina e alla prima palla toccata il giovane gialloblu mette una palla in area a Gilardino che sigla il 3-0 al '18. Al '25 è invece Di Natale a regalare una magia (l'unica dell'Empoli) con una rovesciata in area, bello il gesto tecnico.
Al 31' invece è Gilardino che dopo un errore di Vannucchi in area sbaglia colpendo la traversa. Al 33' Marchionni fa tutto da solo sulla fascia si libera per il cross e offre a Bresciano la palla del 4-0 che chiude definitivamente la partita.
Un Parma tonico che vince nonostante le molte assenze (Bonera, Seric, Morfeo e Blasi) e che rimane al quarto posto in compagnia della Lazio.

Parma: Frey, Castellini, Ferrari, Cannavaro, Potenza, Barone, Donadel, Marchionni (79’ Benarrivo), Carbone (46’ Degano, 60’ Rosina), Bresciano, Gilardino

Empoli: Balli, Belleri, Cribari, Pratali, Cupi, Grella (83’ Cappellini), Giampierettti (57’ Foggia), Buscè (83’ Zanetti), Vannucchi, Di Natale, Rocchi

Marcatori: 37’ Barone, 59’ Gilardino (Rig), 63’ Gilardino, 78’ Bresciano

Ammonito: Ferrari


Pagelle:

Frey
6,5
Castellini
6,5
Ferrari
6,5
Cannavaro
6
Potenza
6
Barone
7
Donadel
6,5
Bresciano
6,5
Marchionni
7
Carbone
6
Gilardino
8
-Degano
s.v.
-Rosina
6,5
-Benarrivo
s.v.
All. Prandelli
8

 


Milan-Parma, 26' giornata

Milan-Parma 3-1, prestazione a testa alta ma risultato ingiusto...

Aveva detto "A Milano ce la giocheremo" mister Prandelli e così è stato...
Il Parma non è stato a guardare i primi della classe ma li ha aggrediti sin dal 1' minuto, vedendosi annullare un gol regolare di Bresciano sullo 0-0 per presunto fallo di Gilardino su Dida che solo l'arbitro Farina ha visto...
Il Parma crea, nella prima parte della gara è padrone del campo ma Costacurta e Maldini riescono a limitare le discese gialloblu. Simone Barone (tra l'altro grande tifoso milanista...) scaglia un bolide che si stampa sull'incrocio dei pali della porta rossonera. Non è serata...
E a quel punto esce fuori il Milan con l'asso brasiliano Kakà che dà spettacolo, Shevchenko sempre pericoloso, Cafu e Pancaro che dalle fasce creano pericoli... e proprio da un cross dell'ex laziale che arriva il vantaggio rossonero al 33' con Tomasson che si smarca al centro dell'area da una distratta marcatura di Paolo Cannavaro...
Nella ripresa il Milan raddoppia ancora con Tomasson che riceve un pallone in area da Kakà dopo una volata del brasiliano di 60 metri senza che nessun difensore parmigiano riusca a fermarlo.
Il Parma cerca di reagire ma il Milan chiude la pratica con il terzo gol al 62' (anche questo episodio molto contestato), messo a segno da Shevchenko con assist di Tomasson. Il danese a sua volta era stato servito da Seedorf dopo che l'olandese si aiuta visibilmente con un braccio per stoppare il pallone...
Prandelli non ci sta... ed ha tutte le ragioni.
Nel finale il Parma accorcia le distanze con il solito generossisimo Alberto Gilardino che lotta in area e segna con un pallonetto su Dida all'82'.
Il Parma esce comunque da San Siro a testa alta, consapevole di aver disputato una buona partita e aver messo in difficoltà il super Milan di quest'anno...
Positivo il ritorno di Blasi a centrocampo, sempre puntuale negli interventi con il compagno di reparto Barone. Ottima la prova di Gilardino, sempre più in crescita. Bene nel primo tempo Marchionni e Bresciano poi calati nella ripresa... da rivedere invece la difesa, troppi gol subiti in campionato, 38 in 26 giornate... in particolare male Cannavaro troppo distratto e spesso fuori posizione e Seric in balia di Cafu.

Milan: Dida, Cafu, Costacurta, Maldini (79’ Laursen), Pancaro, Gattuso, Pirlo, Seedorf, Kakà (70’ Rui Costa), Tomasson, Shevchenko (74’ Serginho)

Parma: Frey, Castellini, Ferrari, Cannavaro, Seric (62’ Potenza), Blasi, Barone, Marchionni, Carbone (66’ Zicu), Bresciano, Gilardino

Marcatori: 33’ Tomasson, 52’ Tomasson, 65’ Shevchenko, 82’ Gilardino

Ammoniti: Blasi e Zicu

Pagelle:

Frey
6
Castellini
5,5
Ferrari
5,5
Cannavaro
5
Seric
5
Barone
6,5
Blasi
6,5
Bresciano
6
Marchionni
6
Carbone
5,5
Gilardino
6,5
-Potenza
6
-Zicu
6
All. Prandelli
6,5


Parma-Brescia, 25' giornata

Parma-Brescia 2-2, Baggio e la sfortuna fermano i crociati

Un punto. E' quello che si portano a casa Parma e Brescia dopo una bellissima ed emozionante partita. Meglio i gialloblu nell'arco dei 90 minuti ma poco concreti ma anche sfortunati...
Non c'è Cannavaro, spazio sulla sinistra a Potenza con Castellini centrale. Gioca Carbone.
Parma subito in vantaggio... al 4' minuto cross di Marchionni dalla destra con Gilardino che sfiora al centro e Carbone che insacca sul secondo palo senza problemi.
Il Parma gioca in scioltezza... tante azioni create, tutte di pregevole fattura. Carbone, oggi ispiratissimo, per Donadel che apre per Marchionni, il cross del laterale romano è raccolto al centro da Barone che obbliga il portiere bresciano Castellazzi al miracolo.
Gilardino scatta in contropiede servendo Bresciano ma l'austaliano spreca a lato... e ancora l'attaccante di Biella servito da un rimpallo involontario di Ferrari spreca a tu per tu con Castellazzi.
E come vuole tradizione, dopo tante occasioni sprecate dal Parma arriva al 33' il pareggio del Brescia con Di Biagio che dopo una torre di Caracciolo spedisce il pallone in rete con un colpo di testa.
Il secondo tempo inizia con una bella rovesciata di Gilardino di poco sopra la traversa e al 59' il Parma si riporta in vantaggio con Marchionni che servito da Benny Carbone appoggia il pallone in rete con Castellazzi in uscita.
Lo stesso Marchionni servito da un bel lancio di Barone al 65' potrebbe chiudere la partita ma cerca il pallonetto su Agliardi (nel frattempo subentrato a Castellazzi infortunato) e la palla termina alta.
Al 74' Roby Baggio decide che deve pensarci lui e con un dribbling stretto porta a spasso Ferrari e Potenza (non proprio incolpevoli...) e insacca alle spalle di Frey, è 2-2 e soprattutto è il 200' gol in serie A per il codino. Tutto il Tardini applaude sportivamente Roby Baggio.
Ma il Parma non ci sta, vuole i tre punti... una punizione di Carbone all' 85' finisce di poco a lato, ma è la sfortuna che impedisce la vittoria... Marchionni servito ancora da Carbone coglie il palo interno a pochi passi dalla porta bresciana e la palla danza sulla linea di porta con Zicu che non riesce a ribadire in rete di un soffio...
Pareggio che sta stretto ma note positive le giocate di Carbone e Marchionni visti particolarmente pimpanti e il solito Gilardino generoso con gioco di sponda e ripartenze.
Meno bene la difesa con Frey distratto, Ferrari disorientato da Baggio in occasione del gol e Potenza non ancora inserito nel gioco...
Esordio in campionato per il difensore argentino Gabriel Gaston Oyola che però s'infortuna subito...

Parma: Frey, Bonera (46’ Oyola, 67’ Benarrivo), Ferrari, Castellini M., Potenza, Barone, Donadel, Marchionni, Carbone, Bresciano (82’ Zicu), Gilardino

Brescia: Castellazzi (51’ Agliardi), Martinez, Di Biagio, Mareco, Castellini P., Colucci, Brighi (83’ Schopp), Matuzalem, Mauri, Caracciolo, Baggio (92’ Del Nero)

Marcatori: 4’ Carbone, 33’ Di Biagio, 59’ Marchionni, 74’ R.Baggio

Ammoniti: Di Biagio, Schopp

Pagelle:

Frey
5,5
Bonera
6
Ferrari
5,5
Castellini
6
Potenza
5,5
Barone
6,5
Donadel
6,5
Bresciano
6
Marchionni
7
Carbone
7
Gilardino
6,5
-Oyola
s.v.
-Benarrivo
6
-Zicu
s.v.
All. Prandelli
6,5

 


 

Modena-Parma, 24' giornata

Modena-Parma 2-2, Ferrari pareggia all'87'!

Derby emiliano sotto la pioggia al "Braglia" di Modena, con 1.500 sostenitori ducali al seguito.
Prandelli deve rinunciare ancora una volta a Morfeo, al suo posto Carbone.
Malesani mischia le carte e schiera Makinwa e Kamara in attacco...
Il Parma parte alla grande e dopo 40 secondi Gilardino gonfia la rete modenese ma il guardalinee annulla per un fuorigioco che è assolutamente inesistente...
Dopo 4' ancora Gilardino dribbla Grandoni e manda la palla sul palo a pochi passi da Zancopè.
Poi si vede il Modena con Makinwa che impegna Frey da posizione favorevole, e sempre da una punizione di Vignaroli il nigeriano coglie il palo esterno alla destra di Frey.
Al 42' il Modena va in vantaggio da una punizione battuta da Vignaroli, Pivotto è il più lesto di tutti in area e mette dentro...
Ma il Parma reagisce e Gilardino si guadagna un calcio di rigore che inizialmente l'arbitro non concede ma il guardalinee ha visto tutto e si prende la responsabilità di assegnare il penalty.
Dal dischetto lo stesso bomber ducale mette dentro per il pareggio!
Nella ripresa il Parma potrebbe subito portarsi in vantaggio ma Bresciano solo davanti a Zancopè si fa neutralizzare la sua conclusione.
Al 60' però il Modena torna in vantaggio con Domizzi che deve ringraziare un pasticcio tra Bonera e Ferrari e qualche rimpallo che gli permette di restare solo davanti a Frey e batterlo.
Ma il Parma vuole il pareggio... prima Ferrari con uno stacco aereo su un calcio d'angolo sfiora il gol, poi ci prova il rumeno Zicu, entrato al posto di Bresciano, ma spreca davanti a Zancopè...
Ma proprio da una punizione battuta dal rumeno e con lo stacco in area di capitan Ferrari arriva il pareggio del Parma all'87'!
Un superbo Gilardino, sempre più decisivo, Donadel polmone del centrocampo, difesa ancora da rivedere... 9 gol subiti in una settimana sono veramenente troppi...

Modena: Zancopè, Pivotto, Cevoli, Grandoni, Balestri, Vignaroli, Milanetto (73’ Scoponi), Domizzi (88’ Limbersky), Marasco, Makinwa (83’ Pavan), Kamara

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Cannavaro, Castellini, Donadel, Barone, Marchionni (90’ Potenza), Bresciano (70’ Zicu), Carbone (70’ Cammarata), Gilardino

Marcatori: 42’ Pivotto, 45’ Gilardino (Rig), 60’ Domizzi, 87’ Ferrari

Ammoniti: Marasco, Cevoli, Castellini, Grandoni, Milanetto, Marchionni, Donadel

Pagelle:

Frey
6
Bonera
5,5
Ferrari
6,5
Cannavaro
5,5
Castellini
6
Barone
6
Donadel
6,5
Bresciano
5,5
Marchionni
6
Carbone
5,5
Gilardino
7
-Zicu
6
-Cammarata
6
-Potenza
s.v.
All. Prandelli
6


 

Ritorno Terzo turno Uefa
Gençlerbirligi-Parma 3-0, fuori dall'Uefa

Niente di fatto... il Parma non è riuscito a ribaltare il risultato negativo della gara d'andata, anzi è addirittura sprofondato con un 3-0 che per come sono andate le cose sa di beffa...
L'espisodio chiave della partita è senz'altro stata l'espusione di Frey con rigore concesso dal francese Poulat al 35'... il fallo da ultimo uomo c'era tutto ma il rigore assolutamente inesistente in quanto il portiere francese stende l'attaccante Youla almeno un metro fuori dall'area... e neanche la guardalinee donna se ne accorge... dal dischetto Deams non sbaglia.
Sotto di un gol e in 10 uomini il Parma cerca di spingersi in avanti ma con scarsi risultati...
La partita è controllata dai turchi e uno sfortunato quanto goffo autogol di Ferrari all' 81' spegne definitivamente le speranze dei crociati che in pieno recupero subiscono anche il terzo gol con Tandogan bravo a raccogliere una corta respinta di Amelia.
Fuori dall'Europa contro una squadra di medio-bassa classifica del campionato turco... il campo impraticabile della gara d'andata e l'episodio dell'espulsione-rigore del ritorno hanno qualificato con merito il Gençlerbirligi.
Gençlerbirligi: Botonjic, Baris (78' Mercimek), Bozkurt, Elsaka, Ozbey, Tandogan, Daems, Serkan (70' Mbayo), Skoko, Youla (89' Cihan), Ozkan

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Cannavaro, Benarrivo, Donadel, Rosina (78' Degano), Marchionni, Bresciano (46' Barone), Carbone (35' Amelia), Gilardino

Marcatori: 36' Deams (Rig), 81' Ferrari (Aut), 94' Tandogan

Ammoniti: Deams, Mbayo

Espulso: Frey al 35' per fallo da ultimo uomo

Pagelle:

Frey
4
Bonera
5,5
Ferrari
4,5
Cannavaro
5
Benarrivo
5,5
Bresciano
5,5
Donadel
5
Rosina
5,5
Marchionni
5,5
Carbone
5,5
Gilardino
5,5
-Amelia
5
-Barone
5,5
-Degano
s.v.
All. Prandelli
5,5

 


 

Parma-Roma, 23' giornata

Parma-Roma 1-4, il Parma gioca solo un tempo...

Si è giocato al Tardini, la neve che era caduta sulla città emiliana per tutta la settimana ha cessato di cadere e ha permesso il normale svolgimento della partita.
Non c'è Morfeo al suo posto Prandelli inserisce il giovane rumeno Zicu, in difesa torna Paolo Cannavaro di conseguenza Castellini spostato nuovamente terzino.
Capello invece deve fare a meno di Chivu in difesa al suo posto Dellas.
Una partita che per i ducali è durata solo 44 minuti... un buon primo tempo, giocato a testa alta e concretizzando con il magnifico gol di Gilardino al 30'.
Ma allo scadere del primo tempo sull'asse Totti-Cassano arriva il pareggio romanista con il barese che dribbla Frey e mette dentro.
Nel secondo tempo il Parma non scende praticamente in campo... la Roma segna con Emerson servito in area da Dacourt e poi dilaga con Totti su punizione e Mancini.
Un risultato che è stato determinato dalla qualità dei singoli vista in campo... il Parma ha provato ma nella ripresa non è riuscito nemmeno ad avvicinarsi a Pelizzoli.
Positive nell'arco dei 90 minuti solo le prove di Gilardino e Bresciano. Unico errore di Prandelli è continuare a spostare Castellini sulla fascia quando insieme a Ferrari come centrali formano una coppia affiatata e bel collaudata.

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Cannavaro, Castellini, Donadel, Bresciano, Barone, Marchionni (84’ Potenza), Zicu (54’ Cammarata), Gilardino (89’ Degano)

Roma: Pelizzoli, Panucci, Samuel, Dellas, Candela, Mancini (89’ Tommasi), Emerson, Dacourt (82’ De Rossi), Lima, Totti (82’ Delvecchio), Cassano

Marcatori:
30’ Gilardino, 45’ Cassano, 52’ Emerson, 70’ Totti, 77’ Mancini

Ammoniti: Dacourt, Candela, Barone, Ferrari


Pagelle:

Frey
5,5
Bonera
5
Ferrari
5,5
Cannavaro
5
Castellini
5,5
Barone
5,5
Donadel
5
Bresciano
6
Marchionni
5
Zicu
5,5
Gilardino
6,5
-Cammarata
5
-Potenza
s.v.
-Degano
s.v.
All. Prandelli
5


 

Andata Terzo Turno Uefa
Parma-Gençlerbirligi 0-1, campo nevoso e impraticabile...

Beffa europea nell'andata dei sedicesimi di finale di coppa Uefa.
Vincono i turchi del Gençlerbirligi con un gol da fuori area al 59', un jolly pescato in mezzo alla tempesta di neve...
Un campo in cui le due squadre non riuscivano a fare due passaggi consecutivi, e in questo caso sono proprio i ducali ad averci rimesso in quanto in possesso di migliori qualità tecniche.
Inoltre al 87' negato un rigore netto a Cammarata che poteva almeno dare il pareggio alla squadra di Prandelli.
Ritorno in Turchia tra 7 giorni...

Parma: Frey, Castellini (69’ Bonera), Cannavaro, Ferrari, Benarrivo, Donadel, Bresciano (46’ Marchionni), Barone, Rosina (55’ Camara), Degano, Cammarata
Gençlerbirligi: Botonjic, Baris, Bozkurt, Elsaka, Ozbey, Tandogan (86’ Mbayo), Daems, Serkan (58’ Cihan), Skoko, Youla, Ozkan

Marcatore: 59' Skoko

Ammoniti: Bozkurt, Youla, Barone


Pagelle:

Frey
6
Castellini
6
Ferrari
5,5
Cannavaro
5,5
Benarrivo
6
Barone
6,5
Donadel
6
Bresciano
5,5
Degano
5,5
Rosina
5,5
Cammarata
5,5
-Marchionni
5,5
-Camara
5,5
-Bonera
6
All. Prandelli
6


 

Sampdoria-Parma, 22' giornata

Sampdoria-Parma 1-2, successo sotto il diluvio!

Bellissimo successo per il Parma al Luigi Ferraris di Genova.
Sotto una pioggia incessante e con un campo al limite della praticabilità i crociati strappano tre punti d'oro alla squadra di Novellino, un 1-2 strameritato.
Prandelli dà fiducia a Potenza in difesa per sostituire l'infortunato Seric sulla sinistra, e a sorpresa fa esordire il giovane trequartista rumeno Zicu con Morfeo inizialmente in panchina.
Più Parma che Samp nel primo tempo dove l'unica difficoltà dei ducali ad andare in rete è la metà campo doriana completamente zuppa d'acqua e dove il pallone non scorre...
Ci provano Bresciano su punizione, e Barone con un tiro a fil di palo ad inpensierire Antonioli, mentre dall'altra parte solo Diana tenta una conclusione ma Frey è attento.
Nel secondo tempo Prando cambia Zicu con Morfeo e la partita cambia... il fantasista abruzzese nella metà campo buona semi-asciutta distribuisce palloni su palloni ai compagni d'attacco.
Prima conclusione di Gilardino ma Antonioli devia di pugno in angolo... ma al 58' dopo una bella azione di Gilardino è proprio il portiere doriano a "regalare" il vantaggio al bomber di Biella facendosi scivolare la sua conclusione debole in mezzo alle gambe... è 0-1!
Il Parma è vivo e lo dimostra ancora con Morfeo ma questa volta Antonioli è pronto... ma è ancora il fantasista a creare il raddoppio del Parma... bella palla per Bresciano che duetta con Gilardino e scaglia un potente destro che finisce sul palo ed entra in rete, è 0-2!
Il Parma può chiudere la gara con diversi contropiedi ma ecco la reazione della Samp...
all'83' Floro Flores raccoglie in area e batte Frey da pochi passi... partita riaperta e la Samp cerca il pareggio con tutte le forze ma Frey si oppone prima alla punizione di Doni e successivamente su un colpo di testa di Bazzani. Samp che recrimina nel recupero per un rigore non concesso.
Seconda vittoria consecutiva in trasferta segno del buon gruppo che nonostante le cessioni eccellenti e i problemi societari è sempre più brillante, e grande merito va al mister Cesare Prandelli.

Sampdoria: Antonioli, Zenoni, Conte, Carrozzieri (85’ Valtolina), Bettarini, Diana (70’ Zivkovic), Volpi, Donati (63’ Floro Flores), Doni, Bazzani, Cipriani

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Potenza, Donadel, Barone, Zicu (46’ Morfeo), Bresciano (82’ Benarrivo), Marchionni, Gilardino (76’ Cammarata)

Marcatori:
58' Gilardino, 74' Bresciano, 86' Floro Flores

Ammoniti: Zicu, Carrozzieri, Doni


Pagelle:

Frey
7
Bonera
6
Ferrari
7
Castellini
6,5
Potenza
6
Barone
7
Donadel
6,5
Marchionni
6
Bresciano
7
Zicu
6
Gilardino
7
-Morfeo
7
-Cammarata
s.v.
-Benarrivo
s.v.
All. Prandelli
7,5

 


 

Siena-Parma, 21' giornata

Siena-Parma 1-2, vittoria con dedica

91' minuto di Siena-Parma... Bresciano dopo un triangolo con Gilardino fa partire un bolide che si insacca all'incrocio dei pali, il Parma espugna Siena dopo essere stato sotto nel primo tempo.
Ma partiamo dall'inizio... Prandelli deve fare a meno di Morfeo e Carbone infortunati, e di Cannavaro squalificato, ma a sorpresa (nostra più che altro, visti i tempi di recupero lampo) ritrova Bonera in difesa. A sorpresa in attacco gioca Degano al fianco di Gilardino.
Papadopulo invece deve fare a meno di uomini importanti come Taddei e Ventola.
Primo tempo con buon ritmo ma poche sono le occasioni da gol da una parte e dall'altra... proprio allo scadere dei primi 45 minuti ecco il cross di Lazetic al centro per l'ex Chiesa che non sbaglia, 1-0.
Nella ripresa squadre più aperte, Prandelli cambia Seric con Potenza e Degano con Cammarata... e arrivano le occasioni... un tiro di Barone (a fine partita convocato dal Trap in nazionale) parato da Rossi e una punizione a lato di Bresciano anticipano il gol dei crociati che arriva al 58' con Alberto Gilardino che raccoglie in area un cross di Bresciano dalla sinistra e batte Rossi con un tocco dopo una prima respinta. E' il pareggio.
Il Siena prova a reagire con conclusioni di Guigou, Chiesa e Flo ma Sebastian Frey dice no!
Sembrava un pareggio scritto quando al 91' Bresciano parte palla al piede, triangola al limite dell'area con Gilardino e fa partire una bomba che Rossi non può fermare... è l' 1-2, è il gol vittoria!
Una bella vittoria dedicata a Daniele, il ragazzo di Scalea scomparso in settimana che sarebbe stato sicuramente presente a Siena ad esultare per una vittoria all'ultimo secondo.

Siena: Rossi, Cufrè, Roque Junior, Mignani (88’ Menegazzo), Junior, Lazetic, Vergassola, D'Aversa, Guigou (71’ Argilli), Flo, Chiesa

Parma: Frey, Bonera, Castellini, Ferrari, Seric (46’ Potenza), Donadel, Barone, Marchionni (79’ Rosina), Bresciano, Degano (52’ Cammarata), Gilardino

Marcatori: 45' Chiesa, 53' Gilardino, 91' Bresciano

Ammoniti: Degano, Seric, Mignani, Marchionni, Gilardino, Chiesa, D’Aversa


Pagelle:

Frey
7
Bonera
6
Ferrari
6,5
Castellini
6
Seric
5,5
Barone
6,5
Donadel
6,5
Marchionni
6
Bresciano
7
Degano
6
Gilardino
7
-Potenza
6
-Cammarata
6
-Rosina
s.v.
All. Prandelli
6,5

 


 

Parma-Lazio, 20' giornata

Parma-Lazio 0-3, sconfitta pesante...

Un Parma brutto e opaco quello sceso in campo al Tardini contro la Lazio di Roberto Mancini.
I biancocelesti passano con merito, uno 0-3 che la dice lunga sull'andamento della partita.
Con le squalifiche di Ferrari in difesa e Donadel, spazio dal 1' per la prima volta in campionato quest'anno a capitan Benarrivo, Castellini spostato al centro della difesa e Carbone sulla fascia sinistra a centrocampo. In campo anche Morfeo in non perfette condizioni fisiche.
Dopo i timidi tentativi di Fiore e Barone nei primi minuti è la Lazio a passare in vantaggio con un rigore concesso molto generosamente dall'arbitro Dattilo di Locri per un presunto fallo di Cannavaro su Corradi. Lopez realizza il penalty al 39' e il primo tempo termina 0-1.
Nel secondo tempo Prandelli inserisce Cammarata per Morfeo ma la musica non cambia.
La Lazio gioca in contropiede e colpisce ancora con Lopez al 57'.
Prandelli prova ad inserire i giovani Degano e Potenza ma la partita sembra ormai già segnata... due minuti dopo sempre in contropiede la Lazio segna il terzo gol con Corradi.
Nel finale Paolo Cannavaro oltre ad essere il peggiore in campo si fa espellere per proteste dall'inesperto arbitro Dattilo.
Il Parma non ha scusanti per questa brutta prestazione, certo l'influenza di gran parte della squadra in settimana e il pessimo arbitraggio non hanno agevolato i ragazzi di Prandelli.


Parma: Frey, Benarrivo (63’ Potenza), Castellini, Cannavaro, Seric, Bresciano, Barone, Marchionni, Morfeo (46’ Cammarata), Carbone (63’ Degano), Gilardino

Lazio: Peruzzi, Oddo, Stam, Couto, Favalli, Fiore, Dabo (46’ Albertini), Liverani (58’ Giannichedda), Zauri, Lopez, Corradi (71’ Inzaghi)

Marcatori: 39’ Lopez (Rig), 57’ Lopez, 65’ Corradi

Ammoniti: Castellini, Morfeo, Zauri, Dabo, Stam

Espulso: All' 85' Cannavaro


Pagelle:

Frey
6
Benarrivo
5
P.Cannavaro
4
Castellini
5
Seric
5
Barone
5,5
Bresciano
5,5
Marchionni
5,5
Carbone
5
Morfeo
5
Gilardino
5
-Cammarata
5,5
-Potenza
5,5
-Degano
5,5
All. Prandelli
5


 

Perugia-Parma, 19' giornata

Perugia-Parma 2-2, Marchionni spreca dal dischetto...

Peccato, finisce con un pareggio 2-2 al Curi di Perugia tra i grifoni e il Parma.
Prandelli vista la squalifica di Barone, inserisce Bresciano al centro e Benny Carbone sulla sinistra.
Per il Perugia subito in campo i nuovi acquisti ex juventini Fresi e Zalayeta.
Inizia con personalità il Parma, proprio Carbone serve al centro Gilardino ma il difensore perugino Di Loreto respinge sulla linea di porta.
Ma all'8' minuto arriva il gol del Perugia... Hubner riceve palla al limite dell'area, fa quello che vuole di Cannavaro e lascia partire un tiro non violento ma preciso che si insacca all'angolo basso di Frey.
Il Parma reagisce e al 35' arriva il pareggio, Castellini inbecca Gilardino in area che tra due difensori stoppa il pallone passa e supera Kalac con un tocco di sinistro, è 1-1!
Bastano solo altri 3 minuti per vedere il Parma in vantaggio... Castellini per Marchionni sulla destra che trova Morfeo solo in area... botta di prima del fantasista abruzzese per il vantaggio ducale.
Al 42' però l'arbitro Rosetti vede una trattenuta in area di Castellini su Hubner (che cade alla moviola...) e molto molto molto molto molto generosamente concede il rigore agli umbri...
Ze Maria realizza il pareggio...
Nella ripresa il Parma ci crede... 45' minuti di buon gioco purtroppo non bastano... Gilardino molto generoso guadagna un calcio di rigore e successivamente viene espulso Nastos per fallo da ultimo uomo... Marchionni sbaglia dagli 11 metri facendosi neutralizzare il tiro da Kalac.
Tutto sommato buona la prova di Carbone a sinistra, i duetti con Morfeo sono spettacolari e concreti, unico bocciato della trasferta umbra Paolo Cannavaro, troppo spazio lasciato ad Hubner in occiasione del gol dell' 1-0...

Perugia: Kalac, Nastos, Fresi, Di Loreto, Ze Maria (7’ Do Prado), Obodo, Codrea, Giandomenico, Manfredini, Zalayeta, Hubner (82’ Gatti)

Parma: Frey, Castellini, Cannavaro, Ferrari, Seric, Donadel, Bresciano, Marchionni, Morfeo, Carbone (84’ Rosina), Gilardino

Marcatori: 8' Hubner, 35' Gilardino, 38' Morfeo, 43' Ze Maria (Rig)

Ammoniti: Seric, P.Cannavaro, Ferrari, Donadel, Codrea

Espulso: al 79' Nastos


Pagelle:

Frey
6
Castellini
6
P.Cannavaro
5
Ferrari
6
Seric
5,5
Donadel
6
Bresciano
6
Marchionni
5,5
Carbone
6
Morfeo
6,5
Gilardino
7
-Rosina
s.v.
All. Prandelli
6

 


 

Parma-Bologna, 18' giornata

Parma-Bologna 0-0, un pareggio nel derby

Finisce a reti bianche il derby d'Emilia... Parma e Bologna si sono affrontate più con la voglia di non perdere che per vincere.
Un punto per uno che tutto sommato ci sta, dopo un primo tempo molto tattico e privo di grosse emozioni, meglio la ripresa con gli ultimi 20 minuti targati gialloblu ma senza risultati.
Che non si cominci a dire che il Parma in attacco è sterile per la partenza di Adriano perchè così non è... Gilardino sempre molto generoso ma poco servito dai compagni se non solo per le sponde.
Le azioni principali del primo tempo vengono da un tiro di Barone al 30' di poco a lato, una punizione di Morfeo e un tiro di Bresciano dove Pagliuca (sempre meno amato dal popolo crociato...) si supera.
Da segnalare un Nakata ispiratissimo e in gran forma dopo la partenza da Parma...
All' inizio del secondo tempo si vede il Bologna, Locatelli scaglia un tiro ravvicinato e Frey compie la sua prima, stupenda e unica parata della partita.
Nel finale Carbone prende il posto di Morfeo e il Parma porta il suo bacino in avanti alla ricerca del gol... prima propio un diagonale del fantasista finisce a lato, poi nel finale Gilardino imbecca Bresciano ma Pagliuca dice no...
Il Parma si è svegliato tardi, l'assedio degli ultimi 20 minuti non è bastato per portare a casa i 3 punti.
L'ammonizione di Barone costerà al centrocampista parmigiano la squalifica per la partira di Perugia di domenica prossima... assenza pesante per Prandelli.
Intanto il Parma al momento si gode il 4' posto al fianco di Lazio e Inter...


Parma: Frey, Castellini, Cannavaro, Ferrari, Junior, Barone, Donadel, Marchionni (71’ Rosina), Morfeo (59’ Carbone), Bresciano, Gilardino

Bologna: Pagliuca, Zaccardo, Natali, Gamberoni, Nervo, Nakata, Colucci, Moretti, Locatelli (71’ Pecchia), Meghni (46’ Guly), Tare (84’ Rossini)

Ammoniti: Barone, Colucci, Guly, Natali, Rosina


Pagelle:

Frey
6,5
Castellini
6,5
P.Cannavaro
6
Ferrari
6
Junior
6
Donadel
6
Barone
6,5
Marchionni
5,5
Bresciano
5,5
Morfeo
5,5
Gilardino
6
-Carbone
6,5
-Rosina
6
All. Prandelli
6

 


 

Parma-Lazio 1-1, fuori dalla coppa Italia

Il compito era arduo e comunque il Parma ci ha provato a passare il turno di coppa Italia, purtroppo le tante occasioni sprecate e un ottimo Sereni hanno spento le speranze gialloblu.
Il turn-over di Prandelli vede in campo Adriano dall'inizio, Rosina e Carbone a sostegno, Junior a centrocampo sulla sinistra davanti a Seric e Benarrivo terzino destro. Esordio per il portiere Amelia appena sbarcato da Lecce.
Mancini propone una Lazio in formazione-tipo, segno che la società biancoceleste tiene a questa manifestazione.
Parte in attacco il Parma, prima Ferrari di testa poi Bresciano da fuori esaltano Sereni. Poi è Adriano imbeccato da Junior a sprecare da due passi solo davanti a Sereni.
Anche la Lazio si fa vedere con Corradi ma è bravo Amelia a respingere con i piedi.
Nel secondo tempo Rosina si fa subito vedere due volte ma le sue conclusioni non impensieriscono Sereni. Mihajolivic trattiene vistosamente Adriano in area ma l'arbitro Morganti lascia correre tra la rabbia di Prandelli e quella del pubblico del Tardini.
Ovviamente scoperto il Parma prende gol in contropiede... al 71' Lopez per Stankovic che batte Amelia. La partita è ormai compromessa ma il Parma strappa il pareggio con un bel tiro di Bresciano.
Il Parma esce così dalla coppa Italia con una sirena d'allarme... Adriano andrà via?

Tabellino:

Parma: Amelia, Benarrivo, Cannavaro, Ferrari (73' Oyola), Seric (64' Camara), Donadel, Junior (46' Filippini), Bresciano, Rosina, Carbone, Adriano

Lazio: Sereni, Oddo, Stam, Mihajlovic, Favalli, Fiore, Giannichedda, Stankovic (61’ Dabo), Cesar (64’ Liverani), Corradi (83’ Delgado), Lopez

Marcatori: 71' Stankovic, 81' Bresciano

Ammonito: Filippini


Pagelle:

Amelia
6
Benarrivo
6
P.Cannavaro
5,5
Ferrari
5,5
Seric
6
Donadel
6
Junior
5,5
Rosina
6,5
Bresciano
6
Carbone
5,5
Adriano
5,5
-Filippini
5,5
-Camara
s.v.
-Oyola
s.v.
All. Prandelli
6

 


 

Udinese-Parma, 17' giornata

Udinese-Parma 1-1, il ritorno di Adriano!

Un Parma brutto e distratto nel primo tempo, ma deciso e grintoso nella ripresa è andato di scena allo stadio "Friuli" di Udine raccogliendo un pareggio.
Non c'è Morfeo, Prandelli sceglie Mark Bresciano come sostituto del fantasista abruzzese, con Filippini a sinistra. Adriano parte dalla panchina.
Meglio l'Udinese nel primo tempo, Alberto sulla destra fa quello che vuole con Junior e crossa in mezzo dove Ferrari e Cannavaro non sono proprio in giornata... Frey c'è.
Il Parma cerca di attaccare ma non trova l'ultimo passaggio, ed in questi frangenti si sente molto l'assenza di Morfeo.
Al 23' gol dell'Udinese, Alberto scarta Junior sulla destra crossa al centro dove maldestramente Ferrari nel tentativo di liberare mette in rete... è 1-0.
Il Parma ha una reazione e su assist di Bresciano, Gilardino trova la traversa che impedisce il pari.
Nella ripresa la musica cambia, Prandelli fa entrare Adriano per Donadel, Parma con due punte.
I ducali giocano a viso aperto concedendo anche qualcosa all'Udinese in contropiede con Jorgensen e Alberto, ma al 79' su cross di Junior ecco il gol di Adriano che stacca imperiosamente sopra tutti!
Ci sarebbe il tempo per raddoppiare ma l'ultima punizione di Adriano finisce respinta da De Sanctis.
Un pareggio giusto, buona prova di carattere del Parma nel secondo tempo, disastrosa la giornata dei difensori gialloblu ad eccezione di Castellini.
Adriano torna al gol dopo l'infortunio, e sale a quota 8 centri in campionato. Generoso Gilardino che è andato spesso vicino al gol ma non è stato fortunato.

Tabellino:


Udinese: De Sanctis, Korldrup, Sensini, Bertotto, Pieri (88' Gutierrez), Muntari, Pazienza, Alberto (80' Castroman), Jankulovski, Jorgensen, Fava

Parma: Frey, Castellini (78' Seric), Cannavaro, Ferrari, Junior, Donadel (46' Adriano), Barone, Filippini, Marchionni (72' Rosina), Morfeo, Gilardino

Marcatori: 23' Aut. Ferrari, 79' Adriano

Ammoniti: Bertotto, Ferrari, Kroldrup, Alberto, Bresciano

 

Pagelle:

Frey
6
Castellini
6
P.Cannavaro
5,5
Ferrari
5
Junior
5,5
Donadel
5,5
Barone
6
Marchionni
5,5
Bresciano
6
Filippini
6
Gilardino
6,5
-Adriano
7
-Rosina
6
-Seric
s.v.
All. Prandelli
6,5

 


 

Lazio-Parma 2-0, risultato beffardo

Non si ripete l'impresa dell'Olimpico, il Parma incassa un gol per tempo e compromette il passaggio alla semifinale di coppa Italia.
Un risultato che sa di beffa vista la prestazione comunque dignitosa di ragazzi di Prandelli soprattutto nel secondo tempo.
Non sono serviti i ritorni di Adriano e Benarrivo, per loro c'è ancora da lavorare sotto il punto di vista fisico e della convinzione.
Lazio che va in vantaggio al 35' con un colpo di testa di Muzzi che beffa Sicignano. Prima dell'intervallo paura per il portiere gialloblu rimasto a terra dopo uno scontro con Corradi.
Solo un leggero trauma cranico per il 29enne portiere campano che deve abbandonare il campo.
Al 60' la Lazio raddoppia con un bel diagonale di Stankovic dove Frey non arriva.
Poi la reazione del Parma con i tiri di Carbone, Rosina, Barone e Gilardino ma il portiere biancoceleste Sereni è in giornata di grazia.

Lazio: Sereni; Oddo, Stam, Mihajlovic, Favalli; Zauri, Dabo, Liverani, Stankovic (81’ Fiore); Corradi (85’ Giannichedda), Muzzi (61’ Lopez)

Parma: Sicignano (44’ Frey); Benarrivo (77’ Camara), Ferrari, Cannavaro, Seric; Barone, Bresciano; Rosina, Carbone, Filippini; Adriano (61’ Gilardino)

Marcatori: 35' Muzzi, 60' Stankovic

Ammoniti: Nessuno

Pagelle:

Sicignano
6
Benarrivo
5,5
P.Cannavaro
6
Ferrari
6
Seric
6
Bresciano
6,5
Barone
6
Rosina
6
Carbone
6,5
Filippini
6
Adriano
5,5
-Frey
6
-Gilardino
6
-Camara
s.v.
All. Prandelli
6

 


 

Parma-Inter, 16' giornata

Parma-Inter 1-0, Cuore e orgoglio Parma!

Bellissima e sofferta vittoria del Parma nell'anticipo della 16' giornata di campionato contro l'Inter di Zaccheroni. I ducali hanno voluto con il cuore con l'orgoglio e con la grinta questo successo!
Per Prandelli, grande motivatore oltre che grande allenatore formazione leggermente modificata, con Paolo Cannavaro in difesa al posto di Cardone ed Emanuele Filippini sulla sinistra. Per Adriano rinviato il rientro.
L'Inter si presenta con l'ex Lamouchi a centrocampo e senza tridente, solo Vieri e Cruz in avanti.
Parte bene la squadra di Zac, una traversa su colpo di testa di Bobo Vieri mette paura a Frey, dall'altra parte il generoso Gilardino fa fuori Toldo in contropiede ma non inquadra la porta.
Bella partita, il Parma tiene alto il ritmo, ed ecco che al 41' Castellini crossa dalla destra, uscita maldestra di Toldo, pasticcio di J. Zanetti, sbuca il caparbio Filippini e mette in rete, è 1-0!
Nel secondo tempo c'è grande lotta e capovolgimenti di fronte, Zac mette dentro anche Martins per cercare di pareggiare ed è proprio dal nigeriano che arriva il maggior pericolo ma Frey è insuperabile.
L'Inter cerca il forcing ma il Parma di cuore e grinta (e con un Frey in giornata) porta a casa tre punti importantissimi. Barone e il portierone francese su tutti, ottimi anche Ferrari e Filippini.
Curiosità, Prandelli per la prima volta in questo campionato non ha effettuato sostituzioni.
Vittoria dedicata dalla squadra al presidente dimissionario Stefano Tanzi, alla sua ultima partita dopo 7 anni di presidenza (e 14 dell'era Tanzi), che lascia definitivamente le redini del Parma calcio dopo anni di trionfi e successi.

Parma: Frey, Castellini, P.Cannavaro, Ferrari, Junior, Donadel, Barone, Filippini, Marchionni, Morfeo, Gilardino

Inter: Toldo, Cordoba (85' Van Der Meyde), F.Cannavaro, Adani, J.Zanetti, Farinos, Pasquale (70' Okan), Emre, Lamouchi (56' Martins), Cruz, Vieri

Marcatore: 41' Filippini

Ammoniti: Donadel, P.Cannavaro, Filippini

Pagelle:

Frey
7,5
Castellini
6,5
P.Cannavaro
6
Ferrari
7
Junior
6
Donadel
6,5
Barone
7,5
Marchionni
6,5
Filippini
7
Morfeo
6,5
Gilardino
6,5
All. Prandelli
7,5

 


 

Ancona-Parma, 15' giornata

Ancona-Parma 0-2, Barone goleador!

Un Parma fresco e gagliardo quello visto al "Del Conero", una squadra che ha dato tutto per portare a casa tre punti importantissimi per la classifica, per il morale e per i tifosi.
Una vittoria sofferta, sudata ma meritata.
Prandelli schiera Castellini ancora terzino destro e Cannavaro al centro con Ferrari. Seric al posto di Junior sulla sinistra. A centrocampo confermato Bresciano.
Al 27' il Parma passa in vantaggio, da un cross di Morfeo sponda in area di Gilardino per Barone che non può sbagliare. Il Parma gioca ma l'Ancona reagisce e allo scadere dei primi 45' Donadel stende Rapajc in area, è rigore ma Di Francesco spara alto!
Nel secondo tempo la timida reazione dei dorici non spaventa il Parma che raddoppia al 64' ancora con Simone Barone (alla sua prima doppietta in serie A) su assist delizioso (di tacco) di Morfeo.
Il Parma potrebbe dilagare ma il risultato rimane sullo 0-2.
Da segnalare le espulsioni di Seric e Maltagliati a risultato acquisito per doppia ammonizione.
Tre punti voluti e guadagnati! Barone protagonista e nuovo goleador, Morfeo ancora una volta perfetto, Gilardino immarcabile e Frey sempre decisivo.
Da rivedere Bresciano ancora fuoriforma. Prezioso Paolo Cannavaro in difesa.

Ancona: Marcon, Bilica, Maltagliati, Esposito, Russo (69’ Grabbi), Perovic, Carrus, Milanese, Rapajc, Di Francesco (46’ Ganz), Hubner (46’ Pandev)

Parma: Frey, Castellini, Ferrari, Cannavaro, Seric, Barone, Donadel, Marchionni, Morfeo (75’ Junior), Bresciano (55’ Filippini), Gilardino

Marcatore: 27' e 64' Barone

Ammoniti: Ferrari, Milanese, Seric, Perivoc, Filippini, Russo, Donadel, Esposito

Espulsi: Seric e Maltagliati


Pagelle:

Frey
7
Castellini
6,5
Cannavaro
7
Ferrari
6,5
Seric
6
Donadel
6
Barone
7,5
Marchionni
6,5
Bresciano
5,5
Morfeo
7
Gilardino
6,5
-Filippini
6,5
-Junior
6
All. Prandelli
7

 


Parma-Reggina, 14' giornata

Parma-Reggina 1-2, festa a metà...

Una bellissima giornata di festa a Parma. 90 anni festeggiati degnamente dalla tifoseria e da tutta la città già dal mattino. Purtroppo la sfortunata prestazione dei giocatori ha guastato in parte la festa...
Coreografia, una grande curva Nord crociata per tutti i 90 minuti!
Partita che il Parma non avrebbe sicuramente meritato di perdere, anzi.
La Reggina ha fatto la sua partita e quando ha trovato il gol con Di Michele al 27' (sbagliata la linea difensiva...) si è chiusa nella sua metà campo concedendo pochissimo spazio al Parma.
Parma che trovava il pareggio con Gilardino su rigore al 78' dopo che lo stesso attaccante si era reso protagonista colpendo il palo con Belardi in uscita.
Quando sembrava ormai tutto deciso, ecco la zampata di Cozza al 91'... una vera beffa per Prandelli e i suoi giocatori che non possono regalare al pubblico un risultato positivo per la festa dei 90 anni.
Nel finale prima del gol di Cozza era stato espulso Cardone per doppia ammonizione.
Panettone amaro per i crociati alla terza sconfitta consecutiva nelle ultime tre gare.
Si spera nell'anno nuovo... tornerà anche Adriano
.

Parma: Frey, Castellini, Cardone, Ferrari, Junior, Donadel, Barone (46' Nakata), Marchionni (85' Grieco), Bresciano (46' Carbone), Morfeo, Gilardino

Reggina: Belardi, Jiranek, Torrisi, Sottil (72' Franceschini), Baiocco, Mozart (53' Modesto), Tedesco, Falsini,Cozza, Bonazzoli (53' Stellone), Di Michele

Marcatori: 27' Di Michele, 78' Gilardino (Rig), 91' Cozza

Ammoniti: Donadel, Tedesco, Frey, Baiocco

Espulso: 90' Cardone


Pagelle:

Frey
6
Castellini
6
Cardone
5,5
Ferrari
5,5
Junior
5,5
Donadel
6
Barone
5,5
Marchionni
6
Bresciano
5,5
Morfeo
5,5
Gilardino
6
-Carbone
5,5
-Nakata
5,5
-Grieco
s.v.
All. Prandelli
5,5

 

Parma-Venezia 0-1, ducali ai quarti

In un Tardini praticamente vuoto causa sciopero dei tifosi contro l'orario della partita "le 14.00" Parma e Venezia scendono in campo per la gara di ritorno degli ottavi della Tim Cup.
Prandelli schiera una formazione insolita con Cardone a destra in difesa, Filippini e Bolano a centrocampo e Nakata, Carbone e Rosina a supporto dell'unica punta Grieco. Primo tempo praticamente senza emozioni, sembra quasi che Sicignano e Soviero stiano rubando lo stipendio unico sussulto un tiro di Fantini finito al lato.
Nel secondo dopo alcuni cambi è il Parma a rendersi più volte pericoloso dalle parti dell'estremo lagunare Soviero, tant'è che al '35 Benny Carbone smarcato ottimamente da Gilardino colpisce la traversa. Quando la partita sembrava finita Mazzeo al '46 insacca alle spalle di Sicignano. La partita finisce 1-0 per il Venezia ma a poco conta dopo la vittoria del Parma per 2-0 in Laguna.
Ai quarti il Parma affronterà la Lazio di Mancini.
Non resta comunque che aspettare sabato quando finalmente tornerà la maglia crociata.



Parma: Sicignano, Oyola (85' Camara), Cannavaro, Cardone, Seric, Rosina (58' Gilardino), Nakata, Bolano (58' Donadel), Filippini, Carbone; Grieco

Venezia: Soviero, Orfei, Calori, Bianchi, Maldonado, Pisani, Rossi (71' Fernandez), Nelinho (46' Manetti), Brellier; Fantini, Babù (74' Mazzeo)

Marcatore: 91' Mazzeo

Ammoniti: Bolano, Nakata

Pagelle:

Sicignano
6
Oyola
5
Cardone
6
Cannavaro
6
Seric
6
Bolano
6,5
Filippini
6
Rosina
5,5
Nakata
6
Carbone
6,5
Grieco
6
-Gilardino
6,5
-Donadel
5,5
-Camara
s.v.
All. Prandelli
5,5

 


 

Juventus-Parma 13' giornata

Juventus-Parma 4-0, Parma deludente e senza grinta

Un 4-0 secco, senza scuse ne colpe di terzi... questa volta Prandelli e i suoi giocatori non hanno espresso il solito gioco grintoso e vivace, la Juve ben messa in campo e in cerca di riscatto ha fatto vedere qualcosa di più e si è portata a casa tre punti preziosissimi.
Prandelli si presenta al Delle Alpi con la formazione tipo, Lippi invece cambia le carte in tavola e mette dentro solo giocatori in forma, quindi dentro Maresca, Ferrara, Iuliano, Miccoli e Di Vaio.
E la scelta dell'allenatore viareggino è giusta, già al 10' la Juve passa... Nedved passa tra Junior e Bresciano e trova al centro dell'area Miccoli che batte Frey.
Il Parma cerca di reagire ma Gilardino è troppo isolato in avanti...
Il raddoppio della Juve non si fa attendere, è sempre Miccoli a stoppare un bel lancio e con un diagonale beffa Frey.
Nei primi minuti della ripresa il Parma sembra più vivo, ma è solo un miraggio perchè l'ingresso di Del Piero porta nuovi stimoli ai bianconeri che vanno ancora a segno prima proprio con Del Piero e poi con Nedved per il definitivo 4-0...
Brutte prove di Junior, Barone, Morfeo e della difesa in generale... una partita affrontata senza grinta e determinazione lo dimostra il fatto che non ci sono stati ammoniti...
La squadra dal punto di vista mentale è ancora molto altalenante, passa da vittorie esaltanti (vedi Modena, Lecce, Lazio...) a sconfitte senza lottare come Empoli, Roma e la partita di Torino...
Juventus: Buffon, Montero, Iuliano, Ferrara, Zambrotta, Tacchinardi, Brindelli, Maresca (86' Conte), Nedved, Miccoli (63' Zalayeta), Di Vaio (69' Del Piero)

Parma: Frey, Bonera (38' Cannavaro), Castellini, Ferrari, Junior, Barone, Donadel, Marchionni, Morfeo, Bresciano (60' Nakata), Gilardino

Marcatori: 10' Miccoli, 38' Miccoli, 71' Del Piero, 73' Nedved

Ammoniti: Nessuno


Pagelle:

Frey
5,5
Bonera
5
Castellini
5,5
Ferrari
5
Junior
5
Donadel
6
Barone
5
Marchionni
5,5
Bresciano
5
Morfeo
5
Gilardino
6
-Cannavaro
5
-Nakata
5,5
All. Prandelli
5

 


 

Lecce-Parma 12' giornata

Lecce-Parma 1-2, Gilardino protagonista

Al Via del Mare il Parma strappa con le unghie e con i denti tre punti d'oro.
Grande protagonista della partita Alberto Gilardino che con una prestazione maiuscola è risultato determinante in tutti gli episodi dei 90 minuti...
Parma senza lo squalificato Castellini, in campo al suo posto Cannavaro. Per il resto formazione tipo. Lecce recupera Cassetti sulla destra e presenta il secondo portiere Poleksic.
La partita è caratterizzata da un vento molto forte che nel primo tempo soffia contro il Parma.
Partono bene però i ducali, Morfeo sembra in giornata, così come Gilardino che proprio su assist di Morfeo sbaglia in una prima occasione la conclusione...
Ma al 30' ancora su assist di Morfeo Gilardino si infila nella difesa leccese e dribbla anche il portiere Poleksic che lo stende... rigore ed espulsione dell'estremo difensore giallorosso.
Dal dischetto però Morfeo si fa neutralizzare la conclusione da Amelia appena entrato...
Termina così il primo tempo. Nella ripresa Parma subito in gol: lancio di Bonera, colpo di testa di Bresciano che libera Gilardino, il bomber di Biella aggancia e scarica in rete, è 0-1!
Il Lecce reagisce nonostante lo svantaggio e l'infoeriorità numerica e Chevanton (il migliore dei salentini) dribbla in area Cannavaro che lo stende ingenuamente, è rigore e lo stesso attaccante uruguagio si incarica del tiro e pareggia.
Prandelli vuole i tre punti e manda in campo Benny Carbone al posto di Bresciano. Pochi minuti dopo lancio dell'ex Donadel per Gilardino che in equilibrio precario mette la palla dentro per la sua prima doppietta in serie A, è 1-2!
Il Parma gestisce gli ultimi 15 minuti senza affanni, segno che la squadra sta dando segni di maturità.
Da sottolineare in particolare, oltre alla magistrale prestazione di GilaGol, le prove di Bonera in difesa e di Morfeo che nonostante il rigore sbagliato ha i mezzi tecnici per mandare in porta i compagni con facilità quando vuole...
Paolo Cannavaro sufficiente a metà... troppo ingenuo nell'occasione del rigore.
Buona la prima in serie A dell'arbitro Bergonzi che non ha sbagliato nulla.

Lecce: Poleksic, Siviglia, Silvestri, Stovini, Abruzzese (79' Konan), Cassetti, Piangerelli (83' Giacomazzi), Ledesma, Tonetto, Bojinov (31' Amelia), Chevanton

Parma: Frey, Bonera, Cannavaro, Ferrari, Junior, Donadel, Barone, Marchionni (87' Filippini), Bresciano (71' Carbone), Morfeo (81' Nakata), Gilardino

Marcatori: 48' Gilardino, 63' Chevanton (Rig), 73' Gilardino

Ammoniti: Silvestri, Donadel, Morfeo, Gilardino

Espulso: Poleksic al 30'


Pagelle:

Frey
6
Bonera
6,5
P.Cannavaro
5,5
Ferrari
6
Junior
6
Donadel
6,5
Barone
6,5
Marchionni
6
Bresciano
6
Morfeo
6,5
Gilardino
7,5
-Carbone
6
-Nakata
s.v.
-Filippini
s.v.
All. Prandelli
7

 


 

Venezia-Parma 0-2, il Parma "due" è ok!

Il Parma versione light sbanca la laguna portandosi a casa la quasi certa qualificazione ai quarti di coppa Italia. Uno 0-2 firmato Rosina-Grieco...
Prandelli lascia a casa "i senatori" dando spazio alle seconde linee che hanno voglia di mettersi in mostra, e la squadra funziona... dopo un primo tempo opaco ecco una ripresa concreta e brillante, dove si nota la differenza di categoria delle due formazioni.
Azione centrale di Nakata, palla sulla sinistra per Filippini che mette al centro dove Rosina mette dentro con un bel tiro potente, è 0-1!
Il Venezia di Gregucci regisce solo in parte e il Parma affonda con il giovane attaccante partenopeo Grieco, che si procura e segna un rigore.
Parma dai giovani interessantissimi, in primis Alessandro Rosina migliore in campo, ma anche Grieco e Camara hanno mostrato buone qualità che potranno tornare utili al mister Prandelli per il proseguio della stagione. Rimandato invece l'argentino Oyola che ha sofferto sulla destra l'esuberanza e la velocità del brasiliano Babù.

Venezia: Benussi, Turato, Calori (48’ Giubilato), Orfei, Bianchi, Brellier, Liendo, Manetti (67’ Fantini), Rossi, Islas, Babù (72’ Miramontes)

Parma: Frey, Oyola, Cannavaro (46’ Cardone), Castellini, Seric (67’ Camara), Nakata, Bolano (67’ Barone), Filippini, Carbone, Rosina, Grieco

Marcatori: 54' Rosina, 71' Grieco (Rig)

Ammoniti: Seric, Benussi, Miramontes


Pagelle:

Frey
6
Oyola
5,5
P.Cannavaro
6
Castellini
6,5
Seric
6,5
Bolano
6
Filippini
6
Nakata
6
Rosina
7
Carbone
6
Grieco
6,5
-Cardone
6
-Barone
6
-Camara
6,5
All. Prandelli
7

 


 

Parma-Chievo Verona 11' giornata

Parma-Chievo Verona 3-1, Marchionni incontenibile

Bella e netta vittoria del Parma contro il temibile Chievo di Gigi Del Neri per 3-1.
Una vittoria che permette ai ducali di rimanere agganciati al gruppo di testa e di portarsi al 5' posto scavalcando la Lazio caduta a Siena.
Nella formazione titolare c'è Donadel al fianco di Barone, panchina per Nakata e Filippini.
Il Parma preme fin dai primissimi minuti quando Barone scaglia un bolide sul palo, Marchionni e Bresciano e Morfeo cercano Gilardino ma il bomber di Biella si muove bene ma sciupa.
Il primo tempo vede infortunarsi il portiere del Chievo Marchegiani che deve uscire dal campo...
Nella ripresa il Parma è più lucido e concretizza tutto il lavoro offensivo svolto fino a quel momento prima con il gol di Morfeo inbeccato da un cross di Junior appena deviato da Gilardino, poi sempre da un cross del piccolo brasiliano arriva Marchionni e insacca di testa per il 2-0.
A quel punto il Chievo cerca di reagire e accorcia le distanze con Pellissier abile a raccogliere un cross di Amauri a pochi passi da Frey, fino a quel momento inoperoso.
Entra Carbone per Morfeo e il fantasista galvanizzato dalla doppietta in coppa Uefa sembra in giornata, recupera palloni, corre e gioca come un ventenne...
E proprio da Carbone arriva il cross che porta Lanna a fare un netto fallo su Gilardino per impedire all'attaccante di arrivare sul pallone (mentre Marchionni metteva in rete, annullata). L'attaccante dell'Under segna e il Parma porta a casa il risultato, 3-1!
C'è tempo ancora per una reazione del Chievo che coglie il palo con Amauri, ma dall'altra parte risponde Filippini che con un gran tiro centra la traversa.
Il Parma ha ripreso il cammino giusto in campionato dopo la sconfitta di Empoli, il rientro di Morfeo ha dato vivacità e imprevedibilità all'attacco gialloblu. Marchionni incontenibile sulla destra, bene anche Junior nel secondo tempo sulla sinistra, Donadel corre per tutti a centrocampo.

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Junior, Barone, Donadel, Morfeo (72' Carbone), Marchionni, Bresciano (67' Filippini), Gilardino (89' Grieco)

Chievo: Marchegiani (30' Frezzolini), Moro, Barzagli, Sala, Lanna, Perrotta, Santana (45' Franceschini), Semioli (77' Cossato), Baronio, Pellissier, Amauri

Marcatori: 53' Morfeo, 70' Marchionni, 75' Pellissier, 81' Gilardino (Rig)

Ammoniti: Barzagli, Junior, Castellini, Baronio, Lanna, Sala


Pagelle:


Frey
6
Bonera
6
Ferrari
6,5
Castellini
6
Junior
6,5
Donadel
6,5
Barone
6
Marchionni
7,5
Bresciano
6,5
Morfeo
7
Gilardino
6
-Filippini
6
-Carbone
6,5
-Grieco
s.v.
All. Prandelli
7

 


 

Parma-Austria Salisburgo 5-0, doppietta di Sorrentino

Sotto una pioggia scrosciante e di conseguenza un campo al limite della praticabilità, il Parma nella partita di ritorno di coppa Uefa straccia con un secco 5-0 il Salisburgo, dopo i 4 gol rifilati agli austriaci nella gara di andata...
Prandelli manda in campo gente che ha voglia di dimostrare di esserci, e allora ecco Benito Carbone, Jorge Bolano, Enzo Sicignano e i giovani Rosina e Sorrentino. Per tutti una buonissima gara...
Benny Carbone parte alla grande, doppietta per lui nei primi 7 minuti, ma soprattutto movimenti concreti e assist decisivi per i compagni... sicuramente il migliore in campo!
Al 43' Seric sulla sinistra trova Filippini in area che gira il gol per il 3-0...
Nella ripresa sale in cattedra Tonino Sorrentino classe '85, attaccante di sfondamento... apre le marcature al 47' con un bel colpo di testa su cross di Carbone, e chiude all' 86' con un tocco ravvicinato sul portiere in uscita. Una promessa.
Spazio anche a Cardone, Oyola e Camara... anche quest'ultimo capace di guizzi alla Martins...
Prossimo turno il 26 febbraio con le squadre uscite dalla Champions League...


Parma: Sicignano, Bonera (71' Cardone), Cannavaro, Ferrari (52’ Oyola), Seric, Donadel (64’ Camara), Bolano, Rosina, Carbone, Filippini, Sorrentino

Salisburgo: Arzberger, Ibertsberger (46’ Winkler), Bilic, Szewczyk, Rajic, Teber, Suazo (68’ Suleiman), Pichorner, Scharrer, Kahraman (61’ Hassler D.), Tomic

Marcatori: 1' e 7' Carbone, 43' Filippini, 47' e 86' Sorrentino

Ammoniti: Winkler, Teber


Pagelle:

Sicignano
6
Bonera
6
Ferrari
6
P.Cannavaro
6
Seric
6,5
Donadel
6
Bolano
6,5
Rosina
6,5
Filippini
6,5
Carbone
7,5
Sorrentino
7
-Oyola
6
-Cardone
6
-Camara
6,5
All. Prandelli
7

 


 

Empoli-Parma 10' giornata

Empoli-Parma 1-0, sconfitta meritata

Al Castellani sconfitte senza attenuanti per il Parma...
Prandelli presenta la stessa formazione schierata col Milan, ad eccezione di Frey e Paolo Cannavaro, co schierando Nakata dietro Gilardino e Filippini accanto a Barone a centrocampo.
A differenza della gara di due settimane fa, il Parma gioca svogliato, senza grinta, senza carattere e l'Empoli di Perotti affamato di punti ne approfitta facendo la sua partita chiamando Frey a più di un intervento.
Gilardino (comunque generoso) non è Adriano e fa fatica tutto solo in avanti, Bresciano è un'ombra, Nakata imbarazzante, Marchionni si sveglia troppo tardi. La difesa dopo un primo tempo senza troppe pressioni, non riesce mai a prendere le misure agli avversari, in particolare Seric sulla sinistra soffre le incursioni degli attaccanti empolesi.
Nonostante la pressione dei toscani, la partita semra assestarsi sullo 0-0 quando prima Rosina al 91' sbaglia a tu per tu con Bucci la palla della possibile vittoria e sul seguente capovolgimento di fronte il giovane Foggia, entrato da poco, inventa il gol della riscossa empolese...
Nessun alibi per Prandelli e i suoi giocatori, una sconfitta che serve da lezione...

Empoli: Bucci, Belleri,Cribari, Pratali, Cupi, Buscè, Ficini , Grella, Di Natale, Rocchi (82' Foggia), Cappellini (75' Carparelli).

Parma: Frey, P.Cannavaro, Ferrari, Castellini, Seric, Barone, Filippini, Bresciano (61' Donadel), Marchionni, Nakata (61' Rosina), Gilardino

Marcatore: 92' Foggia

Ammoniti: Cupi, Pratali

Pagelle:

Frey
6,5
P.Cannavaro
5,5
Ferrari
6
Castellini
6
Seric
5
Barone
5,5
Filippini
5,5
Nakata
4,5
Marchionni
5,5
Bresciano
5
Gilardino
5
-Rosina
5,5
-Donadel
5,5
All. Prandelli
5


 

Parma-Milan 9' giornata

Parma-Milan 0-0, tante assenze ma buon gioco

Termina senza reti il big match tra Parma e Milan, un pareggio che alla fine dei 90 minuti soddisfa entrambe le squadre.
Parma che all'ultimo momento deve fare a meno anche di Sebastian Frey, oltre che ad Adriano, Morfeo e Donadel. Per il Milan invece out capitan Maldini e panchina per Inzaghi e Rui Costa.
Prandelli opta per Filippini al fianco di Barone e Nakata per sostituire Morfeo.
Ancelotti invece gioca le carte brasiliane Kakà e Cafu.
Inizia meglio il Milan, con Seedorf in gran giornata, ma la difesa del Parma è attenta con Castellini e Ferrari sempre in anticipo si Sheva e Tomasson.
Continui capovolgimenti di fronte e gioco veloce caratterizzano tutta la gara. Bella prova di Marchionni (chiamato in nazionale dal Trap) sulla destra che va al cross più volte ma con Nesta sempre insuperabile... generosa comunque la prova di Gilardino contro la difesa milanista.
Ma il migliore in campo del Parma è Vincenzo Sicignano, che esordiva in serie A a 29 anni, una prova senza sbavature, sempre attento e determinante almeno in un paio d'interventi. Non fa rimpiangere l'essenza del portiere francese.

Tabellino:

Parma: Sicignano, Bonera, Ferrari, Castellini, Junior, Nakata (75’ Seric), Barone, Filippini, Marchionni, Bresciano (75’ Carbone) Gilardino

Milan: Dida, Cafù, Nesta, Costacurta, Pancaro, Gattuso, Pirlo, Seedorf, Kakà (67’ Rui Costa), Shevchenko, Tomasson (73’ Inzaghi)

Ammoniti: Gattuso, Castellini, Bonera


Pagelle:

Sicignano
7
Bonera
6,5
Ferrari
6,5
Castellini
7
Junior
6
Barone
6,5
Filippini
6,5
Nakata
6
Marchionni
7
Bresciano
5,5
Gilardino
6
-Seric
6
-Carbone
s.v.
-Rosina
s.v.
All. Prandelli
6,5

 


 

Uefa 2' turno: Austria Salisburgo-Parma 0-4, secondo tempo micidiale!

Il Parma torna dall'Austria con la qualificazione al terzo turno in tasca.
Grazie ad un rotondo quanto netto 4-0 tutto nella seconda parte di gioco, i ragazzi di Prandelli possono così tirare il fiato nella gara di ritorno a Parma che a questo punto sembra una formalità.
Gli austriaci, allenati da Assion, hanno retto solo un tempo a discreto ritmo, ma nella ripresa il Parma ha colpito prima su rigore con Filippini, poi in contropiede con un bel lancio di capitan Ferrari per Gilardino che mette a sedere il portiere e deposita in rete.
A quel punto il Parma dilaga... segna anche Nakata su respinta corta del portiere, Prandelli dà spazio anche a Camara (attaccante della primavera nazionale della Guinea), e Rosina (autore del 4' gol).
Buone le prove delle cosiddette seconde linee a cominciare da Sicignano (il secondo di Frey entrato nella ripresa), Cannavaro, Seric, Bolano e Benny Carbone.

 

Salisburgo: Arzberger, Winklhofer, Laessig, Jank, Ibertsberger, Brenner, Suazo Julio Cesar, Hassler, Eder (55' Tomic), Scharrer (55' Pichoner), Schriebl (70' Pfeifemberger)

Parma: Frey (46' Sicignano), Bonera, Cannavaro, Ferrari, Seric, Nakata, Donadel, Bolano (72' Camara), Filippini, Carbone (79' Rosina), Gilardino

Marcatori: 60' Filippini (Rig.), 65' Gilardino, 84' Nakata, 87' Rosina

Ammoniti: Gilardino, Laessing, Ferrari

Pagelle:

Frey
6
Bonera
6,5
Ferrari
7
Cannavaro
6,5
Seric
6
Bolano
6,5
Donadel
6
Nakata
6,5
Filippini
6,5
Carbone
6,5
Gilardino
7
-Sicignano
6
-Camara
6
-Rosina
6,5
All. Prandelli
7,5

 


 

Brescia-Parma 8' Giornata

Brescia-Parma 2-3, rimonta e vittoria!

Il Parma sbanca il Rigamonti di Brescia, un secco 2-3 di grinta e cuore, dopo che per due volte la squadra è andata in svantaggio e dopo il brutto infortunio ad Adriano alla fine del primo tempo.
L'unica nota dolente è proprio il brutto stiramento del campione brasiliano... nei prossimi giorni saranno percepiti i tempi di recupero...
Intanto però c'è un altro giovane classe '82 che fa gioire i tifosi crociati, è Alberto Gilardino che sigla il gol del 3-2 con un colpo di testa ad anticipare il portiere bresciano in uscita, un colpo lesto quanto brillante.
Secondo tempo veramente energico delle due squadre, è subentrata la voglia di vincere più di quella di non perdere e lo si è visto. Espulso Matuzalem il Brescia ha poi mollato.
Brillantissimo Marchionni, l'uomo che mancava sulla fascia destra. Bene anche Morfeo, di nuovo al gol, ma elegante e concreto nei suoi movimenti.
Difesa insicura nel primo tempo, meglio nel secondo. Espulso gratuitamente nel finale Donadel dall'arbitro Bertini.
Domenica big match contro il Milan di Sheva e Inzaghi.

Brescia: Saja, Stankevicius (87’ Gonzalez), Martinez, Mareco, Dainelli, Pisano (78’ Correa), Di Biagio, Matuzalem, Bachini (78’ Maniero), Baggio, Caracciolo

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Junior, Barone, Donadel, Marchionni, Morfeo (86’ Bolano), Bresciano (60’ Nakata), Adriano (45’ Gilardino)

Marcatori: 4’ Matuzalem, 12’ Morfeo, 37’ Di Biagio, 43’ Marchionni, 72’ Gilardino

Ammoniti: Ferrari, Di Biagio

Espulsi: 79’ Matuzalem, 94’ Donadel

Pagelle:

Frey
6,5
Bonera
6
Ferrari
6
Castellini
5,5
Junior
6
Barone
6,5
Donadel
6
Marchionni
7,5
Bresciano
6
Morfeo
6,5
Adriano
6
-Gilardino
7
-Nakata
5,5
-Bolano
s.v.
All. Prandelli
7

 

Parma-Modena 7' Giornata

Parma-Modena 3-0, ispiratissimo Morfeo!

Derby vibrante a tratti spettacolare tra Parma e Modena. Vincono i ducali, un 3-0 che tengono stretto il quarto posto in classifica in campionato.
Prandelli, squalificato Filippini e con Blasi indisponibile, manda in campo il giovane Marco Donadel classe '83 e il biondo ex Lecce ripaga la fiducia con una bella prestazione.
L'ex Malesani (fischiatissimo dalla Nord...) deve rinunciare a Marasco, in campo Scoponi.
Partita accesa sin dalle prime battute, dove il Parma padrone del campo per almeno 30 minuti cerca di rendersi pericoloso nella metà campo modenese ma non impensierisce troppo Ballotta.
La manovra dei ducali è veloce e ordinata, Morfeo in gran giornata distribuisce palloni in tutte le zone del campo, dal solito Adriano in avanti a Marchionni,Bresciano e Junior sulle fasce.
E al 28' dopo un calcio d'angolo con "torre" di Adriano è proprio il fantasista gialloblu a portare in vantaggio il Parma con un aggancio al volo e girata a pochi passi da Ballotta. Prima rete stagionale per Morfeo.
Nel secondo tempo il Modena sembra più motivato e prova a portarsi in avanti, ma la difesa del Parma è in giornata e Frey compie un solo intervento (comunque decisivo) su Amoruso.
All' 80' minuto manata di Scoponi a Junior sotto gli occhi dell'arbitro Rodomonti che manda giustamente sotto la doccia il centrocampista modenese.
Con il Modena in 10 il Parma dilaga... Ancora Morfeo trova Adriano libero in area che in tutta tranquillità deposita il pallone alle spalle di Ballotta, è 2-0!
Neanche il tempo di esultare che la festa triplica... cross di Junior dalla sinistra e Marchionni batte al volo Ballotta per il 3-0... derby ai ducali!
Da sottolineare la grande prestazione di Morfeo, vero faro del gioco di Prandelli quest'oggi.
Bene la difesa sempre puntuale negli anticipi e nelle chiusure, e Donadel che non fa rimpiangere Blasi a centrocampo. Domenica prossima trasferta a Brescia.

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Junior; Donadel (90’ Bolano), Barone, Marchionni, Morfeo (87’ Gilardino), Bresciano (65’ Seric), Adriano

Modena: Ballotta, Mayer (72’ Stellini), Cevoli, Ungari; Campedelli (79’ Ponzo), Scoponi, Milanetto, Balestri, Allegretti, Kamara (63’ Vignaroli), Amoruso

Marcatori: 28’ Morfeo, 86’ Adriano, 87’ Marchionni

Ammoniti: Junior, Mayer, Barone, Castellini

Espulso: Scoponi


Pagelle:

Frey
6,5
Bonera
7
Ferrari
6,5
Castellini
6
Junior
6,5
Barone
6
Donadel
7
Marchionni
6,5
Bresciano
6
Morfeo
7,5
Adriano
7
-Seric
6
-Gilardino
s.v.
-Bolano
s.v.
All. Prandelli
7



 

Roma-Parma 6' Giornata

Roma-Parma 2-0, gara a senso unico

Prima sconfitta stagionale per il Parma di Prandelli. Contro una Roma capace di non dare spazi e idee agli emiliani fin dall'inizio della partita.
Prandelli senza Blasi, schiera al suo posto Filippini, con Marchionni a sinistra e Nakata a destra. Junior in difesa al posto di Seric. Recuperato Morfeo, panchina per Gilardino e Bresciano.
Nei primi 30 minuti solo un mezzo tiro in porta per Adriano & compagni, troppo poco per portare a casa un risultato. E infatti grazie ad un grandissimo De Rossi a centrocampo, la Roma segna con Samuel (solo in area) al 28'. Il Parma cerca di reagire ma con poca convinzione, ed è il solito Adriano che parte da solo ma conclude addosso a Pelizzoli.
Nei primi minuti del secondo tempo (dentro Gilardino) il Parma sembra sceso con una nuova mentalità, e cerca di imporre il proprio gioco, ma la Roma contrasta bene e va a segnare anche il secondo gol con Cassano di testa (sempre solo) su assist ancora di De Rossi.
Il Parma non reagisce più e la Roma potrebbe segnare il terzo gol ma Frey c'è.
Male tutta la squadra, difesa in bambola e centrocampo privo di iniziativa.
Un risultato che dice tutto sull'andamento della partita... Parma atteso nel derby col Modena di Malesani al Tardini domenica prossima per difendere il 4' posto in classifica.


Roma: Pelizzoli, Zebina, Samuel, Chivu, Mancini, De Rossi, Emerson, Dacourt, Lima, Totti, Cassano (76’ D’Agostino)

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini (67’ Cannavaro), Junior, Nakata (81’ Bresciano), Barone, Filippini, Marchionni (46’ Gilardino), Morfeo, Adriano

Marcatori: 28' Samuel, 61' Cassano

Ammoniti: De Rossi, Dacourt, Junior e Emerson


Pagelle:

Frey
6
Bonera
5
Ferrari
5
Castellini
5
Junior
5,5
Barone
5,5
Filippini
5,5
Marchionni
5
Nakata
5
Morfeo
5
Adriano
5,5
-Gilardino
5,5
-Cannavaro
5,5
-Bresciano
s.v.
All. Prandelli
5

 


 

Uefa 1' turno: Parma-Metalurg Donetsk 3-0, doppietta di Gilardino

Una vittoria scacciapensieri ieri sera per Prandelli e i suoi ragazzi. Si, perchè la testa almeno nei primi 45 minuti era altrove... i giocatori hanno saputo solo 4 ore prima della partita che Blasi sarebbe risultato positivo al test antidoping (perchè comunque la società non ha avuto nessuna comunicazione ufficiale dal Coni, ma si è saputo solo dal comunicato Ansa), e una notizia del genere ha sconvolto sia il giocatore che i compagni. Quindi in campo Donadel proprio al posto di Blasi.
In campo anche Marchionni, Filippini, Cannavaro, Seric e Alberto Gilardino a fianco di Adriano.
Proprio il bomber di Biella sigla di rapina e astuzia il gol dell' 1-0 dopo un primo tempo a basso ritmo quasi da dormitorio... solo qualche conclusione di Adriano con poca fortuna.
Prandelli striglia i suoi nello spogliatoio e neanche il tempo di rientrare che ancora Gilardino segna il 2-0 su assist di un grande Marchionni sulla fascia. Il centrocampista romano, migliore in campo, sigla anche il gol del 3-0 dopo una bella azione di Filippini sulla sinistra.
C'è anche tempo per vedere Nakata, Carbone (palo per lui) e Bolano. Adriano questa volta rimane a secco ma grande lavoro di sacrificio per i compagni.
Ottimo capitan Ferrari in difesa, in ripresa anche Paolo Cannavaro. Frey spettatore non pagante.


Parma: Frey, Cannavaro, Ferrari, Castellini, Seric, Marchionni (75’ Nakata), Barone, Donadel (81’ Bolano), Filippini, Gilardino (65’ Carbone), Adriano

Metalurg: Nikitin, Yaksmanytskyy, Beqiri (57’ Oleksiyenko), Chcher, Zotov, Tkachenko, Jamarauli (79’ Ponomarenko), Melikyan, Gjuzelov; Demetradze (87’ Tsykhmestruk), Shyshchenko

Marcatori: 44' e 46' Gilardino, 73' Marchionni

Ammoniti: Chcher e Donadel

Pagelle:

Frey
s.v.
Cannavaro
6
Castellini
6
Ferrari
6,5
Seric
6
Barone
6
Donadel
6
Marchionni
7,5
Filippini
6,5
Gilardino
7
Adriano
6,5
-Carbone
6
-Nakata
6
-Bolano
s.v.
All. Prandelli
6,5

 

 

Parma-Sampdoria 5' Giornata

Parma-Sampdoria 1-0, decide ancora una volta Adriano

Vittoria sofferta per il Parma nella 5' giornata di campionato, dopo una gara molto intensa contro la grintosa Sampdoria di Novellino. Festa sugli spalti con striscioni e bandiere gialloblucerchiate visto il forte gemellaggio che lega le due tifoserie. E lo spettacolo in campo non delude.
Una partita ben giocata da entrambe le parti, nel complesso equilibrata e con capovolgimenti di fronte continui, soprattutto nella ripresa.
Rientra Morfeo, quindi Prandelli conferma lo schema classico 4-3-2-1 con Marchionni sulla destra al posto di Nakata e Junior in difesa. Novellino sceglie Marazzina e lascia Flachi in panchina.
Primo tempo con la Samp che cerca di spingersi davanti con l'ex Diana e Bazzani, il Parma risponde con il solito Adriano. E proprio al 19' da un perfetto cross dalla destra di Marchionni sulla testa del brasiliano che i ducali vanno in vantaggio.
Entrambe le squadre cercano il gioco palla a terra, con bei duelli a centrocampo tra Blasi e Barone con i doriani Volpi e Palombo.
Nel secondo tempo la Samp prende coraggio e cerca il pari ma Sebastian Frey è in gran giornata e nega almeno due gol già fatti a Flachi. Il Parma si fa vedere con una bella punizione di Adriano parata da Antonioli e sulla respinta Bonera non riesce a buttarla dentro. Allo scadere Gilardino appena entrato sfiora il raddoppio su delizioso assist di Adriano, ma l'azzurrino ancora freddo sbaglia clamorosamente. C'è anche tempo per vedere all'opera i due giapponesi Nakata e Yanagisawa per la gioia dei fans nipponici.
Finisce 1-0, anche se per la determinazione la Sampdoria avrebbe meritato il pareggio. Migliore in campo sicuramente il portiere gialloblu Frey, determinante negli ultimi minuti.
Bene Junior in fase offensiva, meno in quella difensiva visto che Diana era sempre pericoloso. Promosso Marchionni sulla destra ma non molto servito dai compagni. Ferrari solita sicurezza in difesa.
Parma secondo, e dopo la pausa per la nazionale, trasferta delicata a Roma contro i giallorossi che hanno lo stesso punteggio in classifica.

Tabellino:

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Junior, Blasi, Barone, Marchionni (73' Nakata), Bresciano (86' Filippini), Morfeo (91' Gilardino), Adriano.

Sampdoria: Antonioli, Sacchetti, Carrozzieri, Falcone, Bettarini, Diana (83' Zivkovic), Volpi, Palombo (67' Yanagisawa), Doni, Bazzani, Marazzina (56' Flachi)

Marcatori: 19' Adriano

Ammoniti: Bonera e Blasi


Pagelle:

Frey
7,5
Bonera
6
Castellini
6
Ferrari
6,5
Junior
6
Barone
6
Blasi
6
Marchionni
6,5
Bresciano
6
Morfeo
6
Adriano
6,5
-Nakata
6
-Filippini
s.v.
-Gilardino
s.v.
All. Prandelli
6,5




 

Parma-Siena, 4' Giornata

Parma-Siena 1-1, pareggio in extremis

Finisce con un pareggio la prima sfida in serie A tra Parma e Siena. Prandelli all'ultim'ora è costretto a cambiare assetto tattico causa l'assenza di Morfeo, influenzato. Quindi 4-4-2 con l'inserimento di Giardino al fianco di Adriano. Sulla destra fuori Nakata, Marchionni dal 1' minuto. Una partita dai due volti, nel primo tempo buona prestazione dei toscani che hanno messo più volte in difficoltà la difesa gialloblu, soprattutto con il brasiliano Taddei sulla destra e con l'ex di turno Enrico Chiesa. E infatti i senesi vanno meritatamente in vantaggio con Lazetic al 41'. Per il Parma solo un colpo di testa di Gilardino e le solite punizioni di Adriano, questa volta solo barriera per il gigante della selecao.
La ripresa comincia con un doppio cambio, Prandelli cambia tutto sulla sinistra, fuori Bresciano e Seric per Carbone e Junior. Esordio per l'ex fantasista di Napoli e Como.
Il Parma sembra più aggressivo, più convinto, ma il Siena regge bene agli attacchi di Giardino e Adriano. Ma proprio a 10 minuti dallo scadere arriva il pareggio del brasiliano grazie ad una leggerezza di Magnani che nel tentativo di coprire il pallone non ha fatto i conti con la potenza esplosiva di Adriano!
Pareggio sostanzialmente giusto, un tempo ciascuno giocato a buoni livelli, ancora una volta è piaciuta la coppia Barone-Blasi in mezzo al campo, da rivedere invece gli esterni nel modulo 4-4-2…

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Seric (57' Junior), Marchionni (70' Nakata), Barone, Blasi, Bresciano (57' Carbone), Gilardino, Adriano.

Siena: Rossi, Foglio (85' Cirillo), Delli Carri, Mignani, Cufrè, Taddei, D'Aversa, Ardito, Lazetic (61' Ventola), Flo, Chiesa (77' Argilli).

Marcatori: 41' Lazetic, 80' Adriano.

Ammoniti: Barone, Bonera, Blasi, D'Aversa, Mignani, Taddei.


Pagelle:

Frey
6
Bonera
5,5
Castellini
6
Ferrari
6,5
Seric
5,5
Barone
6,5
Blasi
6,5
Marchionni
6
Bresciano
5,5
Adriano
6,5
Gilardino
6
-Carbone
5,5
-Junior
6
-Nakata
6
All. Prandelli
6



 

Uefa 1' turno: Metalurg Donetsk-Parma 1-1, ancora decisivo Adriano

Pari in Ucraina per il Parma nella prima uscita europea ufficiale della stagione.
Prandelli ha optato per il turnover lasciando in panca Adriano, Bresciano, Seric e Bonera. Al loro posto Gilardino, Filippini, Junior e Paolo Cannavaro. Unica nota stonata della partita è stata proprio la prestazione negativa del difensore napoletano, che ha procurato il fallo della successiva punizione con colpo di testa vincente di Shyshchenko e non ha fornito una copertura adeguata...
Bene invece Gilardino, anche se troppo solo in avanti nel primo tempo. Suo l'assist che ha permesso ad Adriano di pareggiare i conti al 67'.
Solita coppia solida e qualitativamente perfetta a centrocampo, con Barone e Blasi.
Il 15 ottobre il ritorno a Parma.

Tabellino:

Metalurg: Nikitin, Yaksmanytskyy, Beqiri, Chcher, Jamarauli (69’ Ponomarenko), Tsykhmestruk, Melikyan, Tkachenko, Gjuzelov, Demetradze (89’ Dranov), Shyshchenko (74’ Oleksiyenko)

Parma: Frey, Cannavaro (84’ Bonera), Ferrari, Castellini, Junior, Barone, Blasi, Nakata, Morfeo (59’ Adriano), Filippini, Gilardino

Marcatori: 44' Shyshchenko, 67' Adriano

Ammoniti: Bequiri e Chcher


Pagelle:

Frey
5,5
Cannavaro
5
Castellini
6
Ferrari
6,5
Junior
6
Barone
6,5
Blasi
6
Filippini
6
Nakata
6
Morfeo
5,5
Gilardino
6,5
-Adriano
6,5
-Bonera
s.v.
All. Prandelli
6


 

Lazio-Parma, 3' Giornata

Lazio-Parma 2-3, ducali tra le grandi!

Terza giornata che segna il momentaneo ritorno del Parma tra le grandi d'Italia... i ragazzi di Prandelli infatti, espugnando l'Olimpico per 2-3 (seconda vittoria in 13 anni contro la Lazio a Roma), grazie soprattutto ad un grande prova di Mark Bresciano. L'australiano porta in vantaggio il Parma dopo solo 25 secondi con un zampata su cross di Nakata.
Il buon possesso di palla da parte dei ducali mette in difficoltà i biancocelesti che non riescono a prendere in mano il gioco. La Lazio ci prova comunque prima con Lopez, grande risposta di Frey, e poi con Stankovic, ma il suo colpo di testa finisce a lato.
Il Parma viene avanti con il solito straripante Adriano che tiene occupata da solo mezza difesa laziale, ma negli ultimi 20 metri sia il gigante brasiliano che Morfeo non riescono nell'ultimo passaggio.
E come al solito alla mezz'ora Stam trova il pareggio su punizione.
Si va così al riposo sull' 1-1.
Nel secondo tempo il solito numero di Adriano che raggira tutta la difesa della Lazio e scarica un sinistro potentissimo che Sereni può solo vedere già in rete, è 1-2!
Mancini rischia tutto e prova la carta Simone Inzaghi al posto di Favalli, un difensore. E la mossa del tecnico marchigiano si rivela azzeccata perchè il fratello di Pippo sigla di testa su angolo il 2-2.
Quando tutto sembrava ormai destinato verso il pareggio, ecco di nuovo Mark Bresciano che scaglia un missile da 25 metri che si infila sotto la traversa! Grande gioia per l'australiano e soprattutto per tutti i tifosi crociati che da 5 anni non vedevano il Parma vincere all'Olimpico (nel '98 1-2 reti di Sensini e Stanic).
Solito grande lavoro a centrocampo di Barone & Blasi, ormai coppia fissa davanti alla difesa e buoni organizzatori di gioco oltre che grandi incontristi. Bravo capitan Ferrari a comandare la difesa, tranne in occasione del gol su angolo di Inzaghi...
Le prossime due gare casalinghe con le neopromosse Siena e Sampdoria saranno importanti per sapere quanto vale veramente questo Parma.

Tabellino:

Lazio: Sereni, Oddo, Stam, Couto, Favalli (74' S.Inzaghi), Albertini (80' Conceicao), Giannichedda (41' Liverani), Stankovic, Fiore, Lopez, Corradi

Parma: Frey, Bonera, Castellini, Ferrari, Seric, Barone, Blasi, Nakata (85' Gilardino), Bresciano, Morfeo (76' Filippini), Adriano

Marcatori: 1' Bresciano, 33' Stam, 63' Adriano, 78' S.Inzaghi, 89' Bresciano

Ammoniti: Bonera, Barone, Blasi e Seric


Pagelle:

Frey
6,5
Bonera
6,5
Castellini
6
Ferrari
6,5
Seric
6
Barone
7
Blasi
7
Bresciano
8
Nakata
6
Morfeo
6
Adriano
7,5
-Filippini
s.v.
-Gilardino
s.v.
All. Prandelli
7,5

 

Parma-Perugia, 2' Giornata

Parma-Perugia 3-0, ancora un grande Adriano

Buona la prima al Tardini per la truppa di Cesare Prandelli. Un risultato rotondo e squillante, un 3-0 che dimostra che il Parma è ancora una squadra in grado di fare un buon campionato anche senza Mutu, rimpianto da molti...
Quest'anno il leader assoluto è Adriano, il gigante brasiliano ha preso ancora una volta la squadra per mano e l'ha portata alla vittoria...
Eppure il Perugia di Cosmi era partito bene, dalle prime battute sembrava almeno atleticamente superiore ai ducali... ma al 27' Mark Bresciano sblocca il risultato su assist delizioso di Morfeo. Primo gol in serie A per l'australiano, che in settimana era andato a segno anche con la sua nazionale.
Adriano è straripante, fa fuori i difensori avversari come birilli con la sua possente forza fisica, e cerca il gol ma con poca fortuna. Buon lavoro per Ferrari e la difesa, Frey completamente a riposo...
In aperura di secondo tempo fallo di mano di Alioui e calcio di rigore che Adriano realizza, è 2-0!
Poi ancora occasioni in contropiede per Adriano e Bresciano ma Kalac evita la goleada.
Al 77' dentro Gilardino ed al giovane Under 21 bastano 5 minuti per realizzare il terzo gol con un bel diagonale su assist di Adriano.
Bene Bresciano sulla sinistra, altalenante ma sufficiente Morfeo, male Nakata... al giapponese quel ruolo sulla destra proprio non piace, gioca quasi svogliato. Solito oscuro lavoro ma di gran quantità e qualità in mezzo al campo di Barone e Blasi.
Domenica prossima sarà partita vera all'Olimpico contro la Lazio di Mancini, fino ad ora a punteggio pieno...

Tabellino:

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Seric, Barone, Blasi, Bresciano (68' Filippini), Morfeo (77' Gilardino), Nakata (84' Marchionni), Adriano

Perugia: Kalac, Diamoutene, Alioui, Di Loreto, Obodo (52' Genevier), Lompoudis (59' Coly), Zé Maria, Tedesco, Bothroyd, Fusani, Vryzas (52' Berrettoni)

Marcatori: 27' Bresciano, 50' Adriano (Rig.), 83' Gilardino

Ammoniti: Castellini, Obodo


Pagelle:

Frey
6
Bonera
6,5
Castellini
6
Ferrari
6,5
Seric
6
Barone
6,5
Blasi
6
Bresciano
6,5
Nakata
5
Morfeo
6
Adriano
7
-Filippini
6
-Gilardino
6,5
-Marchionni
s.v.
All. Prandelli
6,5





Bologna-Parma, 1' Giornata

Bologna-Parma 2-2, un super Adriano!

Subito derby nella prima di campionato, nel posticipo bella partita tra Bologna e Parma. La squadra felsinea allenata da pochi giorni da Carlo Mazzone, è andata per due volte in vantaggio, ma i ducali di Prandelli sono riusciti ad agguantare un importante risultato con un Adriano in gran giornata.
Bologna subito in vantaggio al 7', palo di Rossini e sulla respinta Guly è il più lesto e la butta dentro da pochi passi. Ma il Parma reagisce subito e prende in mano la partita, con una bella manovra frutto del nuovo schema tattico di Prandelli, con 3 trequartisti (ieri Nakata, Morfeo e Bresciano) ed una sola punta, l'ispiratissimo Adriano. E proprio il brasiliano dopo aver già preso un palo, al 19' scaglia uno dei suoi bolidi dove Pagliuca non può arrivare, è 1-1! Ancora Parma prima del risposo ma nessun pericolo concreto.
Nella ripresa esce fuori anche il Bologna, vari capovolgimenti di fronte con partita a ritmo alto.
Al 77' Locatelli appena entrato riporta in vantaggio il Bologna, con un incursione a pochi metri da Frey. Il Parma si risveglia e ancora Adriano all' 85' sigilla il pareggio con un gran colpo di testa su cross di Marchionni (e incertezza di Pagliuca...).
Finisce in pareggio, parzialmente giusto ma che ha visto brillare più la squadra di Prandelli, per come ha interpretato la partita. Buone prove di Blasi, Seric (in fase offensiva), Barone e Morfeo, oltre lo stratosferico Adriano.
Dopo la pausa il Parma ospiterà il Perugia di Cosmi.

Tabellino:

Bologna: Pagliuca, Zaccardo, Juarez, Natali, Moretti (63' Troise), Guly, Dalla Bona, Colucci, Bellucci (68' Pecchia), Signori (76' Locatelli), Rossini.

Parma: Frey, Bonera, Ferrari, Castellini, Seric, Barone, Blasi, Bresciano (63' Filippini), Nakata (78' Marchionni), Morfeo (75' Gilardino), Adriano.

Marcatori: 7' Guly, 19' Adriano, 77' Locatelli, 85' Adriano

Ammoniti: Juarez, Colucci, Seric, Morfeo


Pagelle:

Frey
6
Bonera
6
Castellini
6
Ferrari
6
Seric
6
Barone
6,5
Blasi
6,5
Bresciano
6
Nakata
5,5
Morfeo
6
Adriano
7,5
-Filippini
6
-Gilardino
s.v.
-Marchionni
6
All. Prandelli
6,5

 

 

Nella stagione 2003-2004, la squadra ancora allenata da Prandelli, nonostante le cessioni di Mutu (ad inizio stagione) e Adriano (a gennaio) si conferma ad ottimi livelli grazie soprattutto ad Alberto Gilardino che con 23 reti in campionato diventa il protagonista della stagione crociata, nonostante all'inizio facesse il secondo ad Adriano...

Media voto stagionale di Parmafans

Nome Media campionato Media C.Uefa Media C.Italia
Frey
6,27 (33)
5,38 (5)
6 (2)
Sicignano
7 (1)
6 (2)
6 (2)
Amelia
-
5 (1)
6 (1)
Benarrivo
5,66 (6)
5,75 (2)
5,75 (2)
Ferrari
6,14 (33)
6 (6)
5,75 (2)
Bonera
5,94 (24)
6,25 (5)
-
Seric
5,66 (17)
6,17 (3)
6,12 (4)
Castellini
6,03 (32)
6 (3)
6,5 (1)
Potenza
5,9 (13)
-
-
Cannavaro
5,53 (16)
5,67 (6)
5,67 (3)
Oyola
s.v. (1)
6 (1)
5,25 (3)
Cardone
5,5 (1)
-
6 (2)
Junior
5,89 (14)
6 (1)
5,5 (1)
Camara
-
6 (3)
6,5 (4)
Barone
6,30 (33)
6,12 (4)
6 (2)
Blasi
6,29 (12)
6 (1)
-
Donadel
6,11 (24)
5,8 (5)
5,75 (2)
Marchionni
6,11 (32)
6,17 (3)
-
Rosina
5,9 (8)
6 (4)
6,25 (4)
Filippini
6,11 (12)
6,3 (5)
5,87 (4)
Bresciano
6,01 (33)
5,5 (2)
6,25 (2)
Morfeo
6,18 (23)
5,5 (1)
-
Carbone
6,08 (19)
6,37 (4)
6,12 (4)
Zicu
6 (7)
-
-
Bolano
s.v. (2)
6,5 (2)
6,25 (3)
Nakata
5,5 (12)
6,17 (3)
6 (2)
Degano
5,75 (4)
5,5 (2)
-
Gilardino
6,57 (34)
6,5 (4)
6,25 (2)
Cammarata
5,6 (8)
5,5 (1)
-
Adriano
6,72 (9)
6,5 (2)
5,5 (2)
Grieco
s.v. (2)
-
6,25 (3)
Sorrentino
-
7 (1)
-
All. Prandelli
6,40
6,42
6,12

Tra parentesi le presenze totali